3 modi per abilitare la compressione GZip in WordPress (sito web più veloce)

Abilita la compressione gzip di WordPress

Una delle cose che devi fare per rendere il tuo sito web più veloce è abilitare la compressione Gzip di WordPress. È un cruciale aspetto perché in poche parole, se vuoi il tuo sito web per essere più veloci, la dimensione delle pagine che devi offrire ai tuoi visitatori deve essere inferiore.

Ecco come appare l'avviso Abilita compressione Gzip su GTMetrix:

avviso gtmetrix

In sostanza, ciò che fa è questo:

chiede al server di comprimere tutti i file prima di inviarli all'utente. Poiché i file sono più piccoli, richiedono molto less tempo per essere consegnato all'utente, risultando in un'esperienza complessivamente più veloce per il tuo utente.

Questa è una raccomandazione piuttosto alta Google Page velocità Insights ed è suggerito sui siti di ottimizzazione del sito web come GTMetrix.

Rapporto approfondito sulla velocità della pagina che suggerisce la compressione dei file

Ti guidiamo attraverso l'intero processo di verifica se la funzione di abilitazione della compressione Gzip è abilitata sul tuo sito. Ti mostreremo quindi 3 modi per abilitarlo o disabilitarlo secondo necessità. 

  1. Abilita la compressione Gzip di WordPress tramite file .htaccess
  2. Abilitalo tramite un plugin di compressione Gzip di WordPress
  3. Comprimere i file sui tuoi siti web utilizzando le impostazioni del CPanel di hosting.

Seleziona Abilita compressione GZip

Prima di procedere effettivamente e apportare modifiche, probabilmente vorrai verificare se la funzione di compressione Gzip di abilitazione del tuo sito è già abilitata per il tuo sito WordPress. 

Ci sono molti altri siti che possono farlo controlla di averlo abilitato usando questo strumento or Test di compressione HTTP.

Rendi il tuo sito web più veloce

Esegui il tuo sito attraverso il test.

Verifica che la compressione gzip di WordPress sia abilitata

Se lo hai già abilitato, non devi fare nulla. Otterrai un bel risultato come il seguente che ti mostra che il tuo sito web. In caso contrario, continua a leggere.

 Risultato di successo

 

Puoi anche verificare la compressione GZIP utilizzando un plug-in delle stesse persone che hanno creato lo strumento sopra. Puoi trovare il plugin qui

In alternativa, se utilizzi il browser Chrome, puoi scegliere di verificare se l'intestazione GZIP Content Encoding è presente sul tuo sito.

Puoi verificarlo utilizzando gli strumenti di sviluppo in Visualizza> Sviluppatore> Strumenti per sviluppatori e passare alla scheda Rete. Se accedi alla prima richiesta e scorri verso il basso fino alle intestazioni HTTP, vedrai qualcosa di simile al seguente se Abilita compressione Gzip è già abilitato.

Gli strumenti di sviluppo di Chrome accettano la codifica

Ora che hai determinato come controllarlo, ti mostreremo una serie di modi per abilitarlo.

Come abilitare la compressione GZip

È molto molto semplice abilitare la compressione dei file utilizzando le funzionalità integrate del server Web: in genere è sufficiente conoscere la sintassi corretta per abilitare la funzionalità.

Ci sono infatti diversi modi per farlo, quindi te ne mostreremo alcuni e potrai scegliere quello che preferisci o che funziona meglio per te. Ricorda prima di apportare modifiche drastiche, si consiglia di prendere un file backup completo di WordPress

300 x 250 arancione

1. Abilita la compressione Gzip di WordPress tramite .htaccess

Un modo semplice per abilitare la compressione Gzip di WordPress è impostare alcune direttive nel tuo file .htaccess.

Abbiamo già visto modi per ottimizzare la velocità del sito sfruttando la memorizzazione nella cache del browser tramite il tuo file .htaccess, quindi se ti senti a tuo agio a scherzare con il tuo file .htaccess, questo è il metodo che fa per te.

Assicurati di aver eseguito un backup di questo file, perché eventuali piccoli errori in questo file interromperanno il tuo sito e lo faranno andare giù immediatamente. Fai una copia della tua versione di lavoro corrente prima di tentare qualsiasi modifica in modo da poterla tornare se qualcosa va storto dopo aver abilitato la compressione gzip.

Di seguito (e la maggior parte delle opzioni che utilizzeremo) utilizzano la funzionalità di mod_deflate che è un modulo che è tipicamente abilitato sui server web alimentati dal server web Apache.

Aggiungi quanto segue al tuo file .htaccess, tramite il CPanel / File Manager del tuo server di hosting

# Testo impacco, html, javascript, css, xml: AddOutputFilterByType testo DEFLATE / plain AddOutputFilterByType DEFLATE text / html AddOutputFilterByType DEFLATE text / xml AddOutputFilterByType DEFLATE text / css AddOutputFilterByType DEFLATE text / javascript AddOutputFilterByType DEFLATE application / xml applicazione AddOutputFilterByType DEFLATE / xhtml + xml AddOutputFilterByType DEFLATE application / rss + xml AddOutputFilterByType DEFLATE application / javascript AddOutputFilterByType DEFLATE application / x-javascript AddOutputFilterByType DEFLATE application / vnd.ms-fontobject AddOutputFilterByType DEFLATE applicazione / x-fontyputFont DEFLATE applicazione / x-fontyputFont DEFLATE applicazione / x-fontyputFont DEFLATE applicazione / x-fontyputFont DEFLATE applicazione / x-fontyputFont DEFLATE applicazione -otf AddOutputFilterByType DEFLATE application / x-font-truetype AddOutputFilterByType DEFLATE application / x-font-ttf AddOutputFilterByType DEFLATE font / opentype AddOutputFilterByType DEFLATE font / otf AddOutputFilterFilter ml AddOutputFilterByType DEFLATE image / x-icon AddType x-font / otf .otf AddType x-font / ttf .ttf AddType x-font / eot .eot AddType x-font / woff .woff AddType immagine / x-icon .ico AddType immagine / png .png

Dopo aver abilitato quanto sopra, esegui di nuovo il tuo sito attraverso il test sopra.

Ovviamente, se vuoi disabilitare la funzione, devi semplicemente rilasciare le righe sopra dal file htaccess. Se ci sono altri file che vorresti comprimere, dovrai aggiungere anche questi tipi di file in un metodo simile a quello sopra. 

NGINX e IIS:

La sintassi per abilitare la compressione GZip su Nginx è leggermente diversa da quella per Apache usando .htaccess. Dovrai aggiungere il seguente testo al tuo file nginx.conf, che è l'equivalente del file .htaccess su NGINX.

gzip su; gzip_disable "MSIE [1-6] \. (?!. * SV1)"; gzip_vary on; gzip_types text / plain text / css text / javascript image / svg + xml image / x-icon application / javascript application / x-javascript;

In IIS, cioè il server web che gira su macchine Windows, è meglio farlo tramite l'interfaccia IIS utilizzando questa guida di Microsoft.

2. Abilitazione della compressione tramite un plugin GZip di WordPress

Dato che stai cercando di rendere il tuo sito web più veloce abilitando la compressione GZip, abbiamo ottime notizie per te.

Esiste un plug-in WP Rocket, che non solo consente di comprimere i file per ridurli, ma esegue anche altre decine di ottimizzazioni per rendere più veloce il tuo sito web. Tra le poche cose che gestisce bene:

  • Abilita la compressione GZIP (ovviamente!)
  • Abilita la memorizzazione nella cache del browser
  • Abilita l'ottimizzazione delle immagini (per rendere le dimensioni delle tue immagini piccole e più veloci)
  • Consente il caricamento lento, in modo che le immagini e altre immagini pesanti vengano caricate solo quando sono necessarie (su richiesta)
  • Si integra con una rete CDN in modo che le risorse pesanti possano essere servite in modo più efficiente
  • Rimuove tutti i plugin e le tabelle vecchi, morti o inutilizzati
  • Abilita la memorizzazione nella cache di file e database
  • e molte altre ottimizzazioni

Sebbene l'abilitazione della compressione GZIP non sia visibile nello screenshot qui sotto, è abilitata per impostazione predefinita e completamente trasparente in WP Rocket. Ecco un sacco di altre impostazioni della dashboard che troverai su questo strumento. 

WP Rocket

Il plugin non è gratuito, ma vale davvero la pena investire perché un sito web veloce è una grande esperienza, non solo per te, ma soprattutto per i tuoi visitatori! Soprattutto, si abilita letteralmente in pochi minuti e con pochi clic!

Ma prima di andare avanti, abbiamo una breve storia da condividere. Fino a pochi mesi fa, il nostro sito web non era veloce come volevamo. Abbiamo pubblicato molto spesso nuovi contenuti, ma il sito era un po 'pesante, quindi ci voleva un po' di tempo per caricarlo. A volte occorrono da 5 a 8 secondi o più per caricare.

E non siamo stati in grado di farlo andare più veloce, non importa quello che abbiamo fatto.

Un bel giorno ci siamo imbattuti in WP Rocket. Avevamo sprecato così tanto tempo cercando di rendere il sito veloce, che abbiamo appena morso il proiettile e ottenuto il plug-in. BOOM: la velocità di caricamento del sito scende a sotto 2 secondi!

(aggiornare: L'ultimo aggiornamento di Google ha dato al nostro sito un aumento del 30% del traffico organico - riteniamo che la maggior parte di questo sia derivato dall'aumento della velocità che il nostro sito ha ottenuto grazie a WP Rocket)

Visita WP Rocket

Non ti interessa questo? Continua a leggere, ci sono altri modi per abilitare la compressione Gzip ovviamente!

Se vuoi usare un modo che sia possibilmente less tecnico è possibile utilizzare un plug-in di compressione Gzip di WordPress. In poche parole, piuttosto che dover modificare i file con il rischio di danneggiare il tuo sito se commetti un errore, un plugin rende molto più semplice abilitare la compressione Gzip.

Puoi eseguire una ricerca su Google per plugin di compressione wordpress oppure vai per il semplice Compressione della velocità Gzip Ninja.

Come con tutti i plugin WP, questa è una procedura abbastanza semplice per installare e attivare il plugin. Dopo averlo fatto, il tuo sito dovrebbe ora avere la compressione Gzip di WordPress abilitata

Plugin di compressione gzip di WordPress 

3. Abilitare la compressione della pagina GZIP tramite CPanel

Oltre ad abilitare la compressione della pagina GZip a livello di WordPress, puoi scegliere di farlo a livello di server, se disponibile. Ciò significa che tutti i siti Web ospitati sul tuo server ora sarebbero completamente abilitati per gzip. 

Di seguito sono riportati i passaggi esatti per la procedura:

  1. Accedi al CPanel dell'hosting del tuo sito web
  2. Fare clic sull'icona del sito Web "Ottimizza"
  3. Scegli l'opzione "Comprimi tutto il contenuto"
  4. Fare clic su Aggiorna impostazioni
  5. Prova la compressione e il gioco è fatto!

Vediamo la procedura completa in modo più dettagliato e utilizzando gli screenshot.

Cerca l'icona "Ottimizza sito web" sul tuo Cpanel e fai clic su di essa.

Livello del server di compressione Gzip: ottimizza l'icona del sito Web in Cpanel

Una volta che sei nel sito web di Optimize su CPanel, puoi scegliere di "Comprimi tutto il contenuto". Questo chiede al tuo server di comprimere gzip il contenuto prima di inviarlo al visitatore. Ovviamente, se il tuo sito WP è ospitato qui, puoi stare certo che anche i tuoi contenuti sono compressi con gzip di WordPress.

Gzip comprime tutto il contenuto

Come disabilitare la compressione GZip

Disabilitare questa funzione è solo una questione di annullare le modifiche di cui sopra. Quindi puoi rimuovere tutti i codici aggiuntivi che abbiamo aggiunto ai nostri file di configurazione, disabilitare il plug-in o disabilitare la funzionalità del sito web Optimize è il nostro CPanel.

Dovrai quindi rieseguire i test per verificare se la compressione dei file è stata disabilitata.

Perché lo abilitiamo?

Proprio come un po 'di informazioni di base, diamo un'occhiata a cosa succede dietro le quinte quando un visitatore arriva sul tuo sito web e il browser inizia a parlare con il server web del sito web.

Diciamo che vieni su www.collectiveray.com/index.ghtml- il tuo browser avvia una "conversazione" con il server web utilizzando il protocollo HTTP che utilizza Richieste e Risposte.

Richiesta HTTP

  1. Browser utente: Hey, posso GET il file /index.html
  2. Server web: Ok, fammi vedere se index.html è disponibile ...
  3. Web Server: Sì, eccolo (200 OK), sto per iniziare a inviare il file che ha una dimensione di circa 50 KB.
  4. Browser utente: 50 KB? Ok lo aspetterò ... aspettando, aspettando ... fantastico, è caricato.

Come puoi immaginare, questa è una visione semplicistica di ciò che sta accadendo, ma se vuoi puoi utilizzare gli strumenti di Chrome Dev che abbiamo descritto sopra per monitorare esattamente cosa sta succedendo.

Funziona e ottieni il tuo file. Questo processo si ripete più e più volte finché non ottieni tutti i file che compongono l'URL che hai richiesto.

Ma sebbene il sistema funzioni, l'invio di 50 KB di testo non è molto efficiente. Tieni presente che questo processo si verifica più volte, probabilmente centinaia di volte per ogni pagina che visiti. E anche se 50 KB potrebbe non sembrare molto, l'effetto cumulativo dell'invio di tutti i diversi file inizia ad accumularsi. (Notare che protocolli come HTTP / 2 hanno notevolmente migliorato questo processo)

Scarica l'elenco dei 101 trucchi per WordPress che ogni blogger dovrebbe conoscere

101 trucchi per WordPress

Fare clic qui per eseguire il download ora

A dire il vero, la maggior parte dei testi come i file HTML, CSS e JS in un sito web sono inefficienti per loro natura perché sono leggibili dall'uomo e fatti per il consumo sia per gli esseri umani che per le macchine, ma non sono affatto snelli o efficienti nel loro grezzo modulo.

Allora cosa possiamo fare per migliorare questo processo? Zip, ovviamente! La compressione è essenzialmente il processo di codifica del file in modo tale da ridurre il testo da inviare, senza perdere nessuna delle informazioni che contiene.

E inviando una versione compressa dei file che dobbiamo inviare, stiamo risparmiando sia sulla larghezza di banda che sul tempo di download. Il browser quindi decomprime o decomprime il file e lo mostra all'utente, che è più contento, perché la pagina si sta caricando velocemente.

Diamo un'occhiata a come appare la nuova conversazione tra il server web:

Richiesta HTTP compressa 

  1. Browser utente: Hey, posso GET il file index.html? Sarei felice di utilizzare una versione compressa se ne hai una
  2. Web Server: Ok, fammi vedere se index.html è disponibile…. Allora ti mando una versione compressa!
  3. Web Server: Sì, eccolo qui (200 OK), sto per comprimere il file che ha una dimensione di circa 5KB. Fatto, sto per iniziare a inviarlo. 
  4. Browser utente: fantastico! È solo 15 KB. Lo decomprimerò e lo mostrerò all'utente.

Come abbiamo sottolineato più volte e in vari articoli, piccole pagine che si caricano velocemente = utenti felici!

La formula è semplice: file più piccolo = download più veloce = utente felice.

Dettagli di codifica

La parte importante di questo scambio o conversazione tra il browser dell'utente e il server è capire che va bene fornire un file zippato. Il contratto o l'accordo ha due parti in esso

  • il browser invia un'intestazione che mostra al server web che il browser accetta contenuto compresso (gzip e deflate sono due schemi di compressione comunemente disponibili): Accept-Encoding: gzip, deflate

  • I il server web invia una risposta se sta inviando contenuto che è effettivamente compresso: Content-Encoding: gzip

Il server potrebbe non inviare effettivamente l'intestazione della risposta di codifica del contenuto, il che significa che il file non è stato compresso (questo è il comportamento predefinito sulla maggior parte dei server). L'intestazione "Accept-encoding" è solo il browser che richiede di accettare file compressi, non una richiesta. Se il server non ha abilitato questa funzione o non desidera restituire il contenuto compresso, il browser utilizzerà la normale versione non compressa.

DOMANDE FREQUENTI

Che cos'è la compressione?

La compressione Gzip o Broltli è il processo di codifica dei file da inviare dal server web al browser di un visitatore in modo tale da renderlo più piccolo (e quindi più veloce) da consegnare all'utente finale. Il tempo impiegato dal server per comprimere questo contenuto e il browser per decomprimerlo è solitamente molto inferiore al tempo guadagnato grazie alle dimensioni inferiori. Questo perché le connessioni Internet hanno una latenza molto maggiore (impatto sulle prestazioni), quindi il tempo di CPU necessario per comprimere / decomprimere il contenuto.

Devo abilitare la compressione GZIP?

Sì, dovresti abilitare la compressione GZip per il tuo sito web. Ciò richiede pochissimi interventi o modifiche, è molto facile da implementare, ha un impatto minimo sul contenuto del tuo sito web ma fornisce un massiccio aggiornamento delle prestazioni alla velocità del tuo sito web.

Come abilito la compressione GZIP in CPanel?

Per abilitare la compressione GZip in CPanel, cerca semplicemente la funzione "Ottimizza sito web" e abilita "Comprimi tutto il contenuto".

Come si prova la compressione GZip?

Per testare la compressione GZip, è sufficiente visitare uno dei siti Web visitati in questo articolo. Questi controlleranno se GZip è abilitato o meno sul tuo sito web.

Concludendo 

Questo era solo uno dei tanti suggerimenti per WordPress disponibili su CollectiveRay.

Puoi facilmente ottenere risparmi incredibili abilitando la compressione gzip di WordPress, come puoi vedere abbiamo ottenuto un risparmio fino all'81% sulla dimensione dei file. Questo è un ottimo modo per rendere il tuo sito web molto più veloce. Se vuoi prendere la via più facile, invece di fare confusione con file e codici, ti consigliamo di optare per un plugin come WP Rocket.

Scopri come WP Rocket rende il tuo sito web più veloce

L'autore
David Attard
Autore: David AttardSito web: https://www.linkedin.com/in/dattard/
David ha lavorato nel o intorno al settore online / digitale negli ultimi 18 anni. Ha una vasta esperienza nei settori del software e del web design utilizzando WordPress, Joomla e le nicchie che li circondano. In qualità di consulente digitale, il suo obiettivo è aiutare le aziende a ottenere un vantaggio competitivo utilizzando una combinazione del loro sito Web e delle piattaforme digitali disponibili oggi.

Un'altra cosa... Sapevi che anche le persone che condividono cose utili come questo post sembrano FANTASTICHE? ;-)
Fatti un favore: lasciare un utile commenta con i tuoi pensieri, quindi condividi questo articolo sui tuoi gruppi di Facebook che lo troverebbero utile e raccogliamo insieme i frutti. Grazie per la condivisione e per essere gentile!

Disclosure: Questa pagina può contenere collegamenti a siti esterni per prodotti che amiamo e consigliamo vivamente. Se acquisti prodotti che ti suggeriamo, potremmo guadagnare una commissione per segnalazione. Tali commissioni non influenzano le nostre raccomandazioni e non accettiamo pagamenti per recensioni positive.

Autore / i in primo piano su:  Inc Magazine Logo   Logo di Sitepoint   Logo CSS Tricks    logo webdesignerdepot   Logo WPMU DEV   e molti altri ...