Come ho caricato il mio sito web Joomla in 1.29 secondi

Abbiamo sentito per un po 'che SEO e Joomla SEO potrebbe essere influenzato dal tempo necessario per il caricamento della tua pagina: di recente abbiamo iniziato un intenso esercizio per caricare il nostro sito web nel minor tempo possibile.

La nostra convinzione è che la velocità di caricamento corrente e la valutazione in GTMetrix siano relativamente buone dell'85% per PageSpeede 95% per YSlow Grade e un tempo di caricamento di 1.29 secondi, quindi abbiamo pensato di condividere come abbiamo fatto. Alcuni di questi sono specifici di Joomla, mentre altri sono generici ma i concetti generali si applicano a QUALSIASI sistema di gestione dei contenuti ea qualsiasi sito web.

caricare velocemente il sito web di joomla

Prima di iniziare: esegui il tuo sito web tramite GTMetrix o Pingdom Tools. Prendi nota del tuo voto attuale e guardalo migliorare. La cosa buona è che GTMetrix tiene traccia anche della tua cronologia in modo da poter vedere un grafico con i tuoi miglioramenti.

PASSAGGIO 0: ESEGUI BACKUP COMPLETI - Alcuni dei seguenti consigli potrebbero danneggiare il tuo sito. Eseguire frequenti backup completi prima di apportare modifiche.

1. Ridurre il tempo di risposta del server

 

Riduci il tempo di risposta del serverSe dopo aver eseguito il tuo sito web tramite GTMetrix o PageInsights trovi un lungo ritardo nella risposta iniziale, il tuo server di hosting condiviso sta soffrendo.

La più grande differenza che puoi fare per il caricamento veloce del tuo sito web è utilizzare un host Joomla consigliato e migliorare il tempo di risposta del server. Il nostro servizio di hosting consigliato è In movimento, che è ciò che utilizziamo su questo sito web.

Gestiamo questo sito su un piano InMotion VPS-3000HA-S che esegue un server LiteSpeed, un server Web di livello Enterprise che si è dimostrato più veloce di Apache o NGINX. Grazie a tale configurazione, il tempo di risposta del nostro server è in genere less di 0.1 secondi.

Guarda lo screenshot qui sotto, puoi vedere il tempo di risposta iniziale di 100 ms.

collectiveray tempo di risposta del server

Come puoi immaginare, questa è una configurazione altamente ottimizzata, con più livelli di memorizzazione nella cache, inclusa la memorizzazione nella cache PHP OpCode (che rende PHP più veloce), quindi questa non è la tua tipica configurazione di hosting condiviso.

Ma se sei seriamente interessato alla velocità, un VPS è sicuramente il tuo primo punto di riferimento.

Se desideri un VPS a un buon prezzo, abbiamo collaborato con l'hosting InMotion per offrirti uno SCONTO fino al 70% sui prezzi VPS, controlla la nostra offerta di seguito.

Fare clic qui per la migliore offerta sull'hosting VPS in formato Settembre 2021 - esclusivamente.

2. Poniti un obiettivo ambizioso e fissalo finché non lo ottieni

Questo è un must assoluto.

Se non hai un obiettivo, è improbabile che continui a spingere. 

È necessario porsi un obiettivo ambizioso e sforzarsi di raggiungerlo PRIMA di iniziare a ottimizzare. Per noi, il nostro obiettivo era ridurre il tempo di caricamento della prima pagina a less di 1.5 secondi E ottieni almeno l'85% su entrambi Page Speed e il punteggio YSlow su GTMetrix. 

Il nostro risultato finale. Tempo di caricamento di poco più di 0.5 secondi.

tempo di caricamento degli strumenti pingdom

 

Non troppo malandato :)

punteggi delle prestazioni gtmetrix

3. Abilita la cache di Joomla predefinita

Questo è abbastanza semplice ma è MOLTO efficace.

Principalmente questo è perché invece di eseguire le stesse query più e più volte sul tuo database, la cache memorizza una copia della tua pagina e la fornisce da un file temporaneo che è memorizzato su disco.

Questo allevia il carico sul tuo server e migliora il tempo di caricamento generale del tuo server. Le query sul database, in particolare sui servizi di hosting condiviso, potrebbero richiedere molto tempo per essere eseguite, soprattutto con la crescita degli elementi nel database. Se anche il tuo traffico è in crescita, significa che il tuo server e il tuo database sono costantemente sotto carico.

La memorizzazione nella cache risolve questo problema eliminando la maggior parte del carico. I dati richiesti dal tuo sito web vengono creati periodicamente e memorizzati in una cache (cioè memorizzati in un file sul server). Il recupero della pagina / dei dati dal disco, invece di eseguire le query dal database, rende il tempo di caricamento MOLTO più veloce.

Per abilitare la cache, procedi come segue:

Sistema> Configurazione globale> Sistema

Attiva la memorizzazione nella cache progressiva e imposta la scadenza della cache su 60 minuti (o più), soprattutto se i tuoi contenuti non cambiano troppo spesso. Non è necessaria la memorizzazione nella cache specifica della piattaforma. Ciò creerebbe diverse versioni della cache per utenti mobili/desktop, unless hai un numero significativo di utenti mobili e desktop.

impostazioni della cache di joomla

Potresti impostarlo su molto più a lungo se il tuo contenuto cambia di rado, potresti vederlo a 240 minuti, o anche di più, soprattutto se ottieni molti visitatori sulle stesse pagine.

4. Abilitare la compressione GZIP

Questo passaggio garantisce che il contenuto generato sia compresso prima di essere inviato. La logica è molto semplice, ci vuole molto less tempo per comprimere e decomprimere il contenuto piuttosto che trasferire grandi pezzi di contenuto. Questo è qualcosa che può essere fatto facilmente anche in Joomla 3 con quanto segue:

Sistema> Configurazione globale> Server 

Imposta la compressione GZIP su YES.

impostazioni di compressione della pagina gzip

(Se stai cercando un documento completo su come abilitare la compressione GZip su WordPress, fai riferimento a questo articolo su CollectiveRay)

5. Abilitare il plug-in Sistema - Cache

Questo plug-in memorizza nella cache ogni pagina intera del tuo sito e (facoltativamente) consiglia al tuo browser e questa pagina dovrebbe essere memorizzata nella cache per un po 'di tempo (questo è noto come cache del browser).

La prima parte di questo passaggio garantisce che TUTTE le pagine siano memorizzate nella cache sul server. Questo è abbastanza importante, perché altrimenti, mentre cose generiche come i menu verrebbero servite dalla cache, ogni pagina dovrebbe comunque essere servita dinamicamente.

Ecco perché attiviamo questo plugin per abilitare la memorizzazione nella cache a livello di pagina.

La cache del browser ha molto senso, soprattutto perché non sarà necessario scaricare nuovamente determinate immagini e file più e più volte. Il browser utilizzerà la copia locale e quindi less è richiesto il trasferimento dei dati e quindi le tue pagine si caricano più velocemente.

Questo è particolarmente efficace per cose come i CSS e le immagini del tuo foglio di stile. Questa è anche la funzionalità standard di Joomla abilitata tramite:

Estensioni> Plugin Manager, Cercare Cache e abilitare il Sistema: plug-in della cache. Puoi anche escludere alcune voci di menu che devono essere scollegate dalla cache o andare alle Opzioni avanzate del plug-in ed escludere URL specifici che desideri non memorizzare nella cache.

cache della pagina di sistema

 

6. Sfrutta la cache del browser a livello di server

Questo è molto simile al passaggio 5 quando si tratta della parte della cache del browser. Questo passaggio specifico è strettamente correlato alla memorizzazione nella cache del browser.

La differenza è che questo passaggio viene ora eseguito a livello di server. Fondamentalmente, dovrai consigliare al browser di memorizzare nella cache determinati tipi di file per un periodo di tempo specifico. Google PageSpeed ​​suggerisce almeno UN MESE.

Per fare ciò, dovrai modificare il file .htaccess come segue. Il valore massimo dell'età è 1 mese in secondi.


Header set Cache-Control "max-age = 2592000, public"

Altri valori che potresti prendere in considerazione:

1 ANNO:

Header set Cache-Control "max-age = 29030400, public"

1 SETTIMANA:

Header set Cache-Control "max-age = 604800, public"

Potresti anche scegliere di memorizzare nella cache less o più tipi di file, ma quelli sopra sono i file statici più comuni che possono e devono essere memorizzati nella cache.

Per quelli di voi che lavorano con WordPress, abbiamo creato una guida completa su come sfruttare il caching del browser con o senza un plug-in in questa guida su CollectiveRay.

7. Installa JCH_Optimizer

Ottimizzatore JCH contiene un numero ENORME di materiale consigliato da PageSpeed ​​e si traduce in un enorme aumento del tuo voto in PageSpeed.

Il problema che potresti incontrare è che ciò potrebbe interrompere alcune delle funzionalità del tuo sito web. Procedi con attenzione con le opzioni che abiliti.

Per il nostro sito, siamo riusciti ad abilitare quasi tutte le ottimizzazioni con pochissime esclusioni, ma per il tuo sito potresti dover giocare un po 'per trovare le impostazioni ottimali. Descrivere Ottimizzatore JCH è un po 'oltre lo scopo di questo articolo, ma credici sulla parola, installa e abilita il plugin. Non te ne pentirai. 

Quanto segue fa parte della descrizione ufficiale:

Questo plugin combina i tuoi file JavaScript e CSS esterni in uno per ridurre al minimo le costose richieste http. Questi file possono essere minimizzati e compressi con gzip per ridurre la larghezza di banda e ottimizzare ulteriormente il tempo di download.

8. Riduci il contenuto del tuo sito

Questo è molto importante. Crea e mantieni il tuo sito assolutamente snello. Questo è quello su cui dovresti dedicare più tempo. Abbiamo trascorso settimane su questo passaggio da soli.

Per fare ciò, è necessario prendere in considerazione il maggior numero di componenti, plug-in e moduli che puoi. Uccidili. Uccidili con il fuoco.

Ogni funzionalità aggiuntiva aumenta il tempo di esecuzione del server e aumenta il peso totale del sito.

NB: Procedi con attenzione qui. Esegui backup completi prima di eliminare il core di Joomla! componenti, moduli e plugin

Fallo finché non ti esaurisci. Davvero, fallo. Rimuovi TUTTE le cose che non stai utilizzando.

Anche cose che vengono fornite di default ma di cui non avrai bisogno, come

  • il modello predefinito che non utilizzerai mai più,
  • i componenti dei collegamenti Web che probabilmente non stai utilizzando,
  • i componenti newsfeed se non li stai utilizzando,
  • e TUTTI i plugin che non userete mai.

Disinstallarli, non solo disabilitarli.

Concentrati ossessivamente su cose che non ti servono, rimuovi tutti i componenti extra e combina moduli e plugin, se possibile. Ad esempio, per i pulsanti social usa 1 plugin per tutto. Se disponi di HTML personalizzato, inseriscilo il più possibile in un singolo modulo.

  • Elimina le categorie del forum extra e riduci al minimo il numero di elementi nei tuoi menu.
  • Elimina vecchi utenti e vecchi contenuti.
  • Unisci e combina sezioni, categorie, menu e qualsiasi altra cosa, se necessario.

Il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di ridurre le cose al minimo indispensabile per l'esistenza del tuo sito. Fallo ossessivamente per un certo numero di settimane. Vai su una baldoria di eliminazione, taglia e rimuovi, disabilita e disinstalla.

Concentrati sul rendere il tuo sito il più snello umanamente possibile senza rompere nulla.

Sfortunatamente, non abbiamo tenuto traccia delle cose che abbiamo rimosso.

9. Ridurre il numero totale di richieste

Rimuovi le immagini extra che sono superflue.

Inoltre, scarica e ospita una versione di qualsiasi immagine fornita da siti Web esterni da una copia sul tuo sito (ciò ridurrà il numero di ricerche DNS che il browser del tuo client dovrà eseguire poiché hanno un grave impatto sulla velocità della pagina di il tuo sito).

Analizza in dettaglio quali sono le richieste con gli strumenti di performance GTMetrix o Pingdom. Quindi verifica se queste richieste sono veramente necessarie. Se non lo sono rimuoverli.

Ad esempio, quello script di terze parti che hai installato un paio di anni fa? Ne hai ancora bisogno? E quello script di Google AdSense, è davvero necessario? Stai ancora utilizzando il pixel di Facebook o puoi rimuoverlo?

Tendiamo a scatenarci con script di terze parti, otteniamo la sindrome dell'oggetto lucido e aggiungiamo al nostro sito, senza renderci conto che stiamo gonfiando le dimensioni del nostro sito.

Quindi fai lo stesso del passaggio precedente. Studia ogni richiesta che il tuo sito sta inviando, verifica se è necessaria e se no uccidila.

GTMetrix ha anche una funzione interessante che ottimizzerà le dimensioni di tutte le tue immagini. Salva le versioni che sono state ottimizzate e utilizza le versioni ottimizzate nel tuo sito web.

10. Offri contenuti da a CDN

Le reti di distribuzione dei contenuti sono server che memorizzano nella cache una copia delle parti statiche del tuo sito e possono servirla in modo ottimale e molto più velocemente di quanto il tuo server possa mai fare ai tuoi visitatori. Questo ti darà un altro enorme impulso alla velocità della tua pagina.

Se tu non può permettersi un CDN, siti come StackPath CDN avere un piano molto economico, che soddisferà le esigenze della maggior parte dei piccoli siti web. 

StackPath inizia a $ 20 / mese.

stackpath cdn

Anche se può sembrare un sacco di soldi, soprattutto rispetto a cose come l'hosting del tuo sito web, se il tuo sito è più veloce, l'UX è migliore e sei destinato a ottenere più traffico organico e aumentare l'attività del tuo sito web in generale.

11. Segui ogni consiglio su PageSpeed, YSlow

Sia PageSpeed ​​che YSlow hanno una serie di consigli dettagliati, come la specifica

  • un set di caratteri predefinito
  • assicurati di aver specificato le dimensioni dell'immagine (specifica la larghezza e l'altezza di ciascuna immagine sul tuo sito web).

Per qualsiasi contenuto ospitato sul tuo sito, segui ognuno di questi alla lettera.

Se non hai la più pallida idea di cosa devi fare, Google è tuo amico, leggi e capiscilo e agisci sul tuo sito web. Evita cattive richieste, ovvero assicurati che non ci siano immagini o file collegati in modo errato.

Alcuni possono essere piuttosto difficili da fare unless sai davvero cosa stai facendo. Carica script di terze parti come Facebook, Twitter, AdSense e Google Analytics in modo asincrono. Ci sono molte ottimizzazioni abbastanza facili che puoi fare.

PS. Potrebbero esserci consigli che non puoi seguire per contenuti ospitati al di fuori del tuo controllo. Ad esempio, AdSense, Facebook e altri script hanno tutti alcune ottimizzazioni che possono apportare. Non hai molto controllo su questi. La cosa buona è che la tua CDN potrebbe anche avere ottimizzazioni per i contenuti di terze parti. In caso contrario, non preoccuparti troppo di loro.

Se continui a iterare con le ottimizzazioni, dovresti finalmente arrivare a un punto in cui il tuo sito diventa velocissimo.

Ti aiutiamo a gestire meglio il tuo Joomla

joomla

Pulsante ebook gratuito di suggerimenti Joomla

Conclusione: perché hai bisogno di rendere il tuo sito web più veloce?

In realtà, se stai usando il tuo sito web per migliorare la tua attività attraverso le vendite o altro, un sito lento sta letteralmente bruciando un buco in tasca.

Gli utenti sono piuttosto impazienti e abbandoneranno il tuo sito se non è abbastanza scattante. Ovviamente invierete anche un segnale inconscio molto negativo ai vostri visitatori. Ecco tutti gli effetti negativi

  • La soddisfazione del cliente diminuisce del 16% se si verifica un ritardo di un secondo nella risposta della pagina
  • Il 47% degli utenti si aspetta che un sito venga caricato entro 2 secondi e abbandonerà il sito se impiega più di 3 secondi per caricarsi
  • Il 50% degli utenti non è fedele ai siti che si caricano lentamente

Hai ottenuto buoni risultati con le raccomandazioni di cui sopra? Condividi la tua esperienza con noi nei commenti qui sotto!

Come rendere più veloce il tuo sito web: un'ultima considerazione

Siamo ospitati su InMotion perché ci interessa che il nostro sito web sia davvero molto veloce e li consigliamo perché pensiamo davvero che anche tutti dovrebbero farlo: darà al tuo sito web una spinta immediata.

Oltre a caricarsi più velocemente, i loro server sono più sicuri e il loro supporto è migliore (devono utilizzare metriche per dimostrare queste affermazioni audaci). Perché non ti piacciono noi e prova InMotion

Non dovrai preoccuparti di spostare il tuo sito, lo faranno per te gratuitamente. Ti garantiamo che non vorrai mai più tornare al tuo vecchio host. Hai una garanzia di rimborso di 90 giorni, quindi non devi nemmeno pagare loro un centesimo se non ti piace quello che vedi;)

Prova l'hosting InMotion (47% di sconto fino al Settembre 2021)

L'autore
David Attard
Autore: David AttardSito web: https://www.linkedin.com/in/dattard/
David ha lavorato nel o intorno al settore online / digitale negli ultimi 18 anni. Ha una vasta esperienza nei settori del software e del web design utilizzando WordPress, Joomla e le nicchie che li circondano. In qualità di consulente digitale, il suo obiettivo è aiutare le aziende a ottenere un vantaggio competitivo utilizzando una combinazione del loro sito Web e delle piattaforme digitali disponibili oggi.

Un'altra cosa... Sapevi che anche le persone che condividono cose utili come questo post sembrano FANTASTICHE? ;-)
Fatti un favore: lasciare un utile commenta con i tuoi pensieri, quindi condividi questo articolo sui tuoi gruppi di Facebook che lo troverebbero utile e raccogliamo insieme i frutti. Grazie per la condivisione e per essere gentile!

Disclosure: Questa pagina può contenere collegamenti a siti esterni per prodotti che amiamo e consigliamo vivamente. Se acquisti prodotti che ti suggeriamo, potremmo guadagnare una commissione per segnalazione. Tali commissioni non influenzano le nostre raccomandazioni e non accettiamo pagamenti per recensioni positive.
 

 

Miglior plug-in per la memorizzazione nella cache

Rendi il tuo sito web più veloce 

Passo dopo passo - corso gratuito via email, come caricare il tuo sito web less di 1 secondo  

 

chi siamo noi?

CollectiveRay è gestito da David Attard - lavorando dentro e intorno alla nicchia del web design da più di 12 anni, forniamo suggerimenti utili per le persone che lavorano con e sui siti web. Gestiamo anche DronesBuy.net, un sito Web per appassionati di droni.

David attard

 

 

Autore / i in primo piano su:  Inc Magazine Logo   Logo di Sitepoint   Logo CSS Tricks    logo webdesignerdepot   Logo WPMU DEV   e molti altri ...