[How To] Avvia un blog in 19 semplici passaggi nel 2021 [Aggiornato]

Come iniziare un blog

Se hai sentito parlare di WordPress, probabilmente vorresti sapere come creare un nuovo sito WordPress da zero e, in realtà, come avviare un blog. Non è MOLTO difficile, ma volevamo guidarti attraverso tutti i passaggi effettivi, non solo l'installazione ma l'intera procedura effettiva, dall'avere nulla, all'avere un sito Web WordPress completamente funzionale, perfettamente funzionante e ottimizzato.

Quindi vuoi aprire un blog? Probabilmente hai sentito parlare di quanto possa essere divertente il blogging ma non sai da dove cominciare? Vuoi provare a monetizzare il tuo hobby o interesse con un blog? Se hai risposto sì a una di queste domande, questa guida è per te!

Ci occupiamo di blog da oltre 15 anni a vario titolo. Un paio di noi sono blogger professionisti. In questa guida riverseremo tutto ciò che sappiamo e abbiamo imparato nel corso degli anni. L'intenzione è di fornirti le conoscenze e gli strumenti necessari per avviare il tuo blog.

Ti guideremo in ogni fase del percorso.

Dalla creazione di un bel nome alla configurazione dell'hosting web. Dall'installazione e configurazione di WordPress alla progettazione di un programma di pubblicazione e come trovare idee per i post del blog.

Includeremo anche la protezione del tuo blog, il miglioramento con i plugin di WordPress, il monitoraggio della SEO e delle prestazioni e come spargere la voce del tuo nuovo blog attraverso i social media.

Una guida completa su come avviare un blog! Ma in semplici passaggi facili da seguire :-)

Prima di arrivare alle cose buone, all'acquisto di un dominio e alla configurazione, dovresti prima fare un po 'di pianificazione.

La pianificazione potrebbe non essere interessante come la creazione di un sito Web, può aiutarti a evitare di sprecare tempo e denaro in cose che non ti servono. Ti aiuterà anche a decidere se il blog è per te a lungo termine o meno.

Contenuti[Mostra]

Organizza il tuo blog

Organizza il tuo blog

Non preoccuparti, un piano per il blog non è troppo complicato. Tutto ciò di cui hai bisogno è un foglio di carta e un elenco. In quella lista vuoi aggiungere queste domande:

  • Di cosa parlerà il mio blog?
  • Chi probabilmente vorrà leggerlo?
  • Perché dovrebbero leggerlo?
  • Chi è questo pubblico di destinazione? Quanti anni hanno? Dove vivono?
  • Quanta concorrenza c'è nella mia nicchia?
  • Come sarò diverso?
  • Quale tecnologia userò per gestire il blog?

Dovresti pianificare di rispondere a tutte queste domande prima di fare qualsiasi altra cosa. Hai bisogno delle risposte prima di iniziare il tuo blog se vuoi avere qualche possibilità di successo.

Molti blogger hanno capito le cose man mano che procedevano, ma hanno sprecato molto tempo e denaro mentre lo facevano.

Non vogliamo che ti succeda.

1. Decidi una nicchia

Il prossimo passo nella pianificazione del tuo blog è decidere di cosa scrivere.

  • Quali sono i tuoi interessi?
  • Cosa vuoi ottenere?
  • Hai un hobby di cui vuoi scrivere?
  • Visioni politiche?
  • Viste sociali?
  • Esperienza che vuoi condividere?

Sono tutti argomenti perfettamente validi per un blog.

Ricorda, più a sinistra o specialista è la tua nicchia, più piccolo sarà il tuo pubblico di destinazione. Questa non è una cosa negativa, ma dovrebbe essere ricordata per definire le tue aspettative su ciò che otterrai.

Un blog sulle farfalle sudamericane non attirerà lo stesso tipo di lettori dei suggerimenti di gioco di Fortnite.

Google Trends

Una nicchia non è migliore o peggiore dell'altra, attirerà solo una dimensione e un tipo di pubblico diversi.

Tuttavia, è necessario essere consapevoli di quanto segue: nicchie e argomenti popolari sono destinati ad essere più competitivi, quindi farlo in questi settori sarà più difficile e un obiettivo a lungo termine.

Le nicchie più piccole sono più facili da dominare, ma il ritorno potrebbe essere più piccolo.

Le seguenti nicchie sono incredibilmente competitive:

  • Viaggi
  • Moda
  • bellezza
  • Tecnologia / software
  • Personal Finance
  • Gioco / Gioco d'azzardo
  • Salute
  • Animali

Tutto ciò che è popolare, è destinato ad essere molto competitivo. Tuttavia, se vuoi ancora optare per una nicchia competitiva, ti suggeriamo di scegliere un verticale molto specifico. Diciamo invece di concentrarti sui "cani", concentrati su una razza molto specifica, forse quella che possiedi. O una razza specifica entro una certa condizione.

Ciò restringe il tuo pubblico, ma il pubblico sarà quindi altamente sintonizzato sui tuoi contenuti.

Anche in termini di tecnologia, invece di concentrarti sui "telefoni cellulari", potresti scegliere di concentrarti sui "telefoni cellulari per bambini con difficoltà di apprendimento". Il pubblico sarà più piccolo, ma l'intento sarà molto più alto.

Puoi farlo praticamente per qualsiasi nicchia. Scegli un verticale molto specifico e la tua vita sarà più facile. Tuttavia, non essere TROPPO specifico, perché il tuo pubblico potrebbe diventare troppo piccolo.

Puoi anche usare strumenti come Google Trends per verificare se una specifica nicchia è in crescita o in declino nel corso dei mesi / anni.

2. Analisi della concorrenza

L'analisi della concorrenza consiste nel vedere quali altri siti Web e blog sono disponibili per la tua nicchia. Sei interessato per due motivi.

  1. Per vedere cosa e come blog in modo da poterlo fare meglio.
  2. Per collaborare potenzialmente con loro per condividere link e risorse.

Internet è pieno di milioni di siti Web che competono per l'attenzione e dovresti assolutamente iniziare vedendo come stanno i leader di mercato.

  1. Esegui una ricerca sul web nella nicchia di cui intendi scrivere un blog.
  2. Leggi il più possibile il loro sito.
  3. Identifica e registra le cose che ti piacciono veramente e le cose che sai di poter fare meglio.
  4. Ripeti per i primi 10 risultati di ricerca web.

Usa questa conoscenza per iniziare a pianificare il tuo blog. Includi gli elementi che ti piacciono veramente e che ritieni possano funzionare bene. Includi anche quelle cose che sai di poter fare meglio in quanto ti differenzieranno da quella concorrenza.

Infine, annota tutto ciò che hanno perso che potresti aggiungere. Questo potrebbe essere qualsiasi cosa che offra un valore genuino al lettore.

Quando crei un blog, devi essere migliore, più intelligente, più divertente, più divertente o più praticabile come fonte di informazioni rispetto ad altri nella tua nicchia. L'analisi della concorrenza è il modo in cui puoi decidere esattamente su cosa competere.

Abbiamo scritto un articolo su come eseguire un'analisi competitiva per l'ottimizzazione dei motori di ricerca del tuo blog. Se sei interessato ad ottenere molto traffico dai motori di ricerca, questo potrebbe essere un passaggio importante su come avviare un blog.

Analisi competitiva SEO

3. Analisi del pubblico

L'analisi del pubblico riguarda la comprensione di chi leggerà il tuo blog. Nel marketing, creiamo personaggi per il pubblico per aiutarci a capirli.

  • Chi sono?
  • Quanti anni hanno?
  • Cosa fanno per vivere?
  • Che tipo di giornali / riviste online o siti web è probabile che visitino?
  • Cosa vogliono da un blog?
  • Che tipo di contenuto apprezzeranno di più?

Tutte queste domande e molto altro possono essere risolte creando personaggi del pubblico. Non devi andare all-in qui. Alcune note sul tipo di persona che probabilmente leggerà il tuo blog potrebbero essere sufficienti.

Hai solo bisogno di quanto basta per aiutarti a decidere di cosa parlare, come parlare e cosa includere nel tuo blog.

analisi del pubblico

Creare personaggi può essere divertente, ma c'è un lato serio. Il tuo stile di scrittura e gli argomenti che tratterai dovranno tenere sempre presente il pubblico. Potresti scrivere per te, ma non si tratta di te.

Riguarda il tuo pubblico.

Tutto ciò che scrivi sul tuo blog deve avere un unico obiettivo in mente. Per offrire un valore autentico al lettore. Tutto il resto è secondario rispetto a questo.

L'affermazione di cui sopra è incredibilmente importante. Non hai idea di quanti nuovi lanci di blog ci imbattiamo in cui il proprietario scrive esclusivamente per se stesso e non per il pubblico che lo legge. Bisognoless che dire, non durano mai a lungo!

Non vogliamo che tu sia uno di quelli.

Sotto quelle domande iniziali sulla persona, devi rispondere a un'altra domanda fondamentale.

  • Con che frequenza scriverò post sul blog?

Questo alimenterà il tuo programma di pubblicazione.

4. Stabilire aspettative e un programma

Le persone sono animali abituali.

Ci mettiamo nella routine che ce ne accorgiamo o meno e il blog è esattamente lo stesso. Se i nostri siti Web preferiti pubblicano post ogni pomeriggio, iniziamo ad aspettarci che appaiano ogni pomeriggio. Se vengono rilasciati lunedì e giovedì, li aspettiamo ogni lunedì e giovedì.

Trova una frequenza di pianificazione della pubblicazione adatta a te e rispettala

Sappiamo tutti cosa succede se qualcosa fallisce le nostre aspettative.

Se non riesci a fornire quando il pubblico si aspetta che tu lo faccia, rimarrà deluso. Quindi iniziano a cercare altrove per l'intrattenimento. Il tuo pubblico potrebbe perdonare uno o due post persi se sei abbastanza divertente, ma perderne altri e ci sono milioni di altri blog là fuori a cui possono rivolgersi!

Questo punto non può essere sopravvalutato se vuoi fare un blog per vivere.

Una volta che inizi a conquistare un pubblico, devi impegnarti con loro. Pubblica secondo un programma prestabilito ogni giorno o settimana come meglio credi. Attenersi a quel programma il più umanamente possibile e mai, mai fare una promessa che non si può mantenere.

Puoi aggiungere post supplementari come e quando vuoi, ma assicurati di avere quei post principali per soddisfare le aspettative del pubblico.

5. Quale tecnologia utilizzare per il tuo blog

L'elemento finale del tuo piano è decidere quale tecnologia utilizzerai per ospitare il tuo blog. Puoi utilizzare WordPress, Joomla, Drupal CMS, utilizzare un CMS personalizzato o una piattaforma personalizzata se è la tua nicchia, oppure potresti utilizzare qualcos'altro completamente.

Se stai iniziando il tuo primo blog, ti suggeriamo di utilizzare WordPress. È gratis. La maggior parte degli host web può configurarlo per te, è facile da gestire, ci sono molte risorse di apprendimento online, i temi sono economici e ci sono migliaia di plugin che puoi usare per rendere il tuo blog più veloce e migliore.

WordPress

Non devi scegliere WordPress. Puoi scegliere quello che preferisci. Poiché WordPress alimenta circa un terzo di Internet, il resto di questa guida presumerà che lo utilizzerai.

Ora che la pianificazione è finita, andiamo avanti con la parte divertente. In realtà iniziare il tuo blog! La sezione successiva si concentrerà su azioni specifiche su come avviare un blog.

 

Come avviare un blog

Iniziamo, semplici passaggi prima, ma tratteremo tutto mentre procediamo.

1. Acquista un dominio

 

Il dominio è il nome del sito web. Ad esempio, il nostro dominio è www.collectiveray. Com.

Hai già acquistato il dominio che desideri?

In caso contrario, ora è il momento di pensare a nominare il tuo blog.

nome del dominio

Scegli il tuo nome di dominio con saggezza poiché sarà il modo in cui le persone ti riconosceranno online. Scegli qualcosa che sia abbastanza facile da ricordare dal tuo pubblico di destinazione, idealmente in un dominio che forse ha già familiarità con il tuo target demografico.

Prima di acquistare effettivamente un dominio, assicurati di pensare a lungo e intensamente al dominio che stai ottenendo. Dovrebbe essere qualcosa che trasmetta il più possibile lo scopo del tuo blog e dovrebbe idealmente essere pianificato a lungo termine.

Ci sono alcune linee guida che utilizziamo quando creiamo buoni nomi di dominio:

  • Rendili brevi e memorabili.
  • Evita trattini e caratteri speciali ove possibile.
  • Ricorda che saranno il modo in cui le persone ti conosceranno online, quindi scegli le parole con attenzione.
  • Attenersi inizialmente ai domini di primo livello (TLD). Puoi sempre espandere in seguito.
  • Ricontrolla l'ortografia prima di acquistare!

Se sei a corto di idee, ci sono buoni generatori di nomi di dominio che può aiutarti a trovare una soluzione creativa, in particolare se stai cercando un nome di dominio nello spazio .com molto popolato.

Uno dei suggerimenti sopra è stato quello di acquistare prima un dominio di primo livello (TLD). Questi includono .com, .co.uk, .net, .org e così via. Questi hanno la massima autorità online e ogni nuovo blog dovrebbe iniziare con un TLD.

Se vuoi aggiungere un nome diverso e indirizzarlo verso il tuo dominio principale, puoi farlo. Da quando il mercato è stato aperto, puoi proteggere quasi tutte le parole come suffissi di dominio, inclusi .ninja, .expert, .phone e quasi tutte le parole che ti vengono in mente.

Questi domini non hanno ancora la stessa autorità online, motivo per cui consigliamo di utilizzarli insieme a .com o .net e non al posto di. Le persone non si fidano ancora abbastanza di .ninja da avere fiducia in un sito web con quel tipo di suffisso.

Puoi puntare tutti i nomi di dominio che desideri a quello principale, ma non ti consigliamo di aggiungerne più di uno o due per evitare di confondere gli utenti. Finché il tuo nome di dominio principale è un .com, .co.uk, .net, .org o un altro TLD, va tutto bene.

Dopo averci pensato e preso una decisione, sei pronto per acquistare il tuo dominio.

Prima di acquistare, c'è una considerazione che potresti fare. Puoi acquistare un nome di dominio separatamente dal web hosting oppure puoi acquistarli contemporaneamente. Per i principianti, suggeriamo di acquistare il dominio e l'hosting web nello stesso momento in cui verranno impostati per funzionare automaticamente per te.

Acquistare un dominio separatamente dall'hosting significa che dovrai configurare manualmente il nome da un host a un altro. Non è difficile, ma all'inizio può creare un po 'di confusione. Acquistare i due insieme ha più senso se stai iniziando il tuo primo blog.

L'unica volta in cui ti suggeriamo di acquistare i due separatamente è se acquisti un nome di dominio da un'asta o se l'host web che usi ha un hosting super economico ma addebita soldi stupidi per i nomi di dominio. In ogni altra situazione, consigliamo di acquistare il dominio e l'hosting come pacchetto.

È giunto il momento di iniziare a pensare a dove ospitare il tuo sito web. 

(Potresti voler controllare i nostri altri articoli WordPress nel menu sopra.)

2. Ordina il tuo hosting WordPress

Per mettere un sito Web online, è necessario un host web. Si tratta di aziende che affittano spazi su server collegati direttamente a Internet. Senza un host web, nessuno potrà visitare il tuo sito web e non sarà visibile ai motori di ricerca.

Ordina il tuo hosting WordPress

Ci sono centinaia di host web là fuori e alcuni sono migliori di altri. Leggi le recensioni, controlla i prezzi, controlla l'affidabilità, controlla quale supporto offre ciascuno e prendi una decisione informata su quale host web vuoi lavorare.

Puoi dare un'occhiata ad alcuni di le nostre recensioni di hosting qui.

Per cominciare, l'hosting condiviso più economico dovrebbe essere sufficiente. Una volta che inizi a raccogliere migliaia di lettori, potresti voler ottenere un server privato virtuale o un hosting dedicato.

È una buona idea scegliere un host web specializzato in WordPress. Ce ne sono molti là fuori e ti incoraggiamo a ricercarne il maggior numero possibile.

Scegliamo di utilizzare InMotion per una serie di motivi:

  • L'hosting InMotion è specificamente ottimizzato per WordPress. Un sito WordPress su InMotion è veloce.
  • I siti WordPress ospitati su InMotion sono sicuri. Oltre agli aggiornamenti automatici, molti dei normali punti deboli di WordPress vengono specificatamente annullati da InMotion.
  • InMotion ha molti guru del supporto di WordPress. Se abbiamo domande, risolvono rapidamente la questione.

Fai un messaggio a InMotion, saranno felici di darti una garanzia di rimborso completo di 90 giorni e CollectiveRay i visitatori riceveranno il 47% di sconto. Questa è un'offerta a tempo limitato, quindi prendila finché puoi.

Ottieni hosting con il 47% di sconto fino al Settembre 2021

Sono disponibili altri host web. WordPress.com è anche una buona opzione per iniziare.

3. Ottieni un dominio o crea un sottodominio per il tuo blog 

Con ogni probabilità, il tuo host utilizzerà CPanel per gestire il servizio di hosting. Se scegli un pacchetto che ti consente di ospitare un singolo sito Web, hai già finito.

Se stai ospitando su un servizio che ti consente di creare più siti web, probabilmente dovrai aggiungere un sottodominio o un dominio aggiuntivo. Un dominio aggiuntivo è un dominio nuovo di zecca come https://www.collectiveray.com, mentre un sottodominio sarebbe qualcosa di simile a magnificenza.collectiveray. Com.

Questo non è qualcosa di cui un nuovo arrivato in WordPress dovrebbe preoccuparsi in genere, ma è utile sapere.

domini

 

Ricordi che abbiamo menzionato l'acquisto del dominio e dell'hosting contemporaneamente o separatamente? Se li hai acquistati separatamente, dovrai collegare il dominio al tuo host. Creerà il "collegamento" tra il dominio che hai acquistato e il server di hosting che acquisti.

Questo viene fatto tramite DNS. (leggi di più sul DNS qui)

Essenzialmente, questo viene fatto tramite la funzionalità del server dei nomi del dominio che hai acquistato. All'interno della dashboard del dominio dovrebbe esserci un'opzione chiamata Name Server o Manage DNS. È qui che dovrai specificare i server dei nomi per il dominio.

I server dei nomi sono di proprietà dell'host web. Dovresti vedere i server dei nomi specifici nella ricevuta o nelle istruzioni di configurazione dall'host. Copia i nomi dei server dei nomi dal tuo host web e incollali nella sezione dei server dei nomi nella dashboard del tuo dominio.

gestire i server dei nomi

Salva le modifiche e il nuovo nome dovrebbe puntare al tuo host web entro 24 ore.

In generale, i passaggi sono:

  1. Accedi alla dashboard del sito web in cui hai acquistato il tuo nome di dominio.
  2. Trova il server dei nomi o la sezione DNS.
  3. Accedi alla dashboard del tuo host web e trova i server dei nomi.
  4. Copia i server dei nomi dell'host nella dashboard del tuo dominio dove è indicato i server dei nomi.
  5. Salva le modifiche nella dashboard del tuo dominio.

Ora sai perché abbiamo suggerito che è più facile acquistare il dominio e l'hosting dalla stessa azienda!

Alcuni utenti non eseguiranno un solo sito Web sul proprio hosting.

Soprattutto se sei un web designer o un'agenzia, probabilmente avrai bisogno di molto spazio di archiviazione. Molti account di hosting offriranno una quantità illimitata di spazio di archiviazione, tuttavia tutto dipende dall'account di hosting effettivo che scegli.

(Anche se dicono che si tratta di spazio di archiviazione illimitato, non è veramente illimitato, esistono politiche di utilizzo corretto che in realtà limiteranno lo spazio di archiviazione a una quantità ragionevole)

Molte volte, sarai in grado di trovare società di hosting che possono fornirti un account con "spazio di archiviazione illimitato". Dovresti confrontare e confrontare e vedere cosa si adatta alle tue esigenze prima di prendere la decisione finale. Soprattutto se sei un'agenzia, non vorresti trasferire decine o centinaia di siti, quindi considera attentamente prima di prendere una decisione definitiva. 

5. Prepara i file sorgente di WordPress

Ora che abbiamo configurato il dominio e abbiamo un hosting protetto, è il momento di configurare WordPress.

Alcuni host web hanno sistemi speciali che installeranno WordPress per te. Se il tuo host web ha questa funzione, usala. Usare il sistema integrato è molto più semplice che caricare manualmente WordPress, anche se puoi farlo se lo desideri.

scarica wordpress

Ecco come:

Come installare manualmente WordPress

Mentre condivideremo con te la maggior parte dei passaggi, se ti blocchi in qualsiasi momento, puoi seguirli istruzioni specifiche direttamente dal sito wordpress.org.

Acquisisci i file sorgente più recenti per WordPress visitando https://wordpress.org/download/ e scarica l'ultima versione di WordPress. Una volta scaricati i file, dovrai caricarli sul server di hosting che hai acquistato nei passaggi precedenti (non decomprimere ancora i file).

Il modo più semplice è di solito utilizzare semplicemente la funzione File Manager nel pannello di controllo dell'hosting. Molti host web utilizzano CPanel che semplifica il caricamento dei file. Puoi accedere a CPanel, selezionare File Manager, selezionare la cartella public_html del tuo dominio e caricare WordPress su di essa.

cPanel File Manager

In alternativa, puoi farlo accedendo al tuo server tramite un programma FTP e caricando il file zip appena scaricato.

Assicurati di caricare il file nel file public_html cartella in quanto potrebbero esserci altre cartelle. Se desideri che il tuo sito Web WordPress risieda in www.tuodominio.com, carica il file in public_html.

Se vuoi avere una sottocartella, crea una cartella con il nome della sottocartella che desideri in public_html e caricala in quella cartella.

Ad esempio, se desideri installare un nuovo WordPress denominato MyStory, crea una cartella denominata MyStory in public_html e carica il file in questa cartella. La tua nuova installazione di WordPress verrà quindi creata in www.tuodominio.com/MyStory.

Dopo aver caricato il file zip, il tuo File Manager dovrebbe anche fornirti la funzionalità per espandere il file zippato tramite la funzione Extract. Fare clic sul file zip di WordPress e fare clic su Estrai per decomprimere il file zippato ora.

estrai il file zip wordpress

Perché abbiamo deciso di estrarlo ora? Beh, ci vuole molto less tempo e fatica per caricare una singola cartella compressa anziché diverse centinaia di file tramite FTP.

6. Prepara il database (MySQL) per la tua nuova installazione di WordPress

WordPress è un CMS che utilizza un database per controllare e gestire tutti i contenuti. Il database utilizza MySQL per memorizzare i dati e viene interrogato ogni volta che apporti una modifica, aggiungi contenuti o qualcuno legge una pagina.

Il database memorizza anche le informazioni di configurazione e impostazione, comprese le impostazioni, i plug-in installati, la loro configurazione, le pagine, gli ordini o qualsiasi altra cosa che il tuo sito richiede per funzionare.

I database vengono creati in due modi.

  1. Vengono creati automaticamente durante l'installazione.
  2. Oppure puoi crearli manualmente tramite il tuo host web.

Consigliamo vivamente di utilizzare il programma di installazione di WordPress poiché anche le mani esperte preferirebbero non perdere tempo a scherzare con i database!

Creazione automatica del database

Quando installi WordPress utilizzando l'installazione automatica, configurerai un database come parte del processo. Verrai guidato attraverso l'intero esercizio e tutto sarà pronto per te.

Una volta installato WordPress, ti verrà chiesto di assegnare un nome al tuo sito Web, aggiungere un indirizzo e-mail e l'accesso come amministratore e configurare un database. Assegna al database un nome significativo e chiedi a WordPress di usarlo. Questo è tutto il setup di cui ha bisogno. Il programma di installazione di WordPress gestirà tutto il resto, incluso il collegamento del database al sito Web e la garanzia che tutte le tabelle corrette siano presenti.

Tratteremo questo in modo più dettagliato tra un minuto.

Creazione manuale di database WordPress

Se scegli di creare automaticamente un database, puoi saltare questa sezione e passare direttamente all'installazione di WordPress.

Utilizzando il pannello di controllo del pacchetto di hosting dei tuoi siti web, dovresti essere in grado di creare un database insieme a un nome utente e una password.

Se vuoi il modo più semplice, probabilmente dovresti usare la procedura guidata del database MySQL che ti consente di creare il database, l'utente e dare all'utente l'accesso al database che hai creato in una serie di passaggi uno dopo l'altro.

Assicurati di prendere nota di:

  1. Nome del database MySQL
  2. Nome dell'utente MySQL e password dell'utente che hai creato
  3. Nome del server MySQL (specificato durante la creazione del database). Di solito è localhost, ma potrebbe essere diverso in alcuni server di hosting. 

Il secondo modo è creare manualmente il database e l'utente del database. Se il tuo host utilizza CPanel e utilizza MySQL, la creazione del database e l'utente vengono eseguiti come passaggi separati:

  1. Per prima cosa crei il database,
  2. Quindi aggiungi un nuovo utente MySQL e
  3. Infine, concedi l'accesso a quell'utente al database MySQL che hai appena creato.

Se questi passaggi sembrano travolgenti o sono un po 'difficili da realizzare da soli, la maggior parte dei siti di hosting sarà in grado di creare il database e l'utente per te e darti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Anche se in genere ci riferiamo a MySQL come requisito, scoprirai che ci sono diversi tipi di questo database che possono anche funzionare, come MariaDB (che è una versione più veloce e pronta per le imprese di MySQL) e altri. La stragrande maggioranza degli host web utilizzerà MySQL poiché è gratuito, affidabile e abbastanza intuitivo.

7. Installa WordPress

Dopo aver eseguito tutti i preparativi di cui sopra, l'installazione di WordPress dovrebbe richiedere solo un paio di minuti. Accedi al tuo dominio e dovresti ottenere una pagina di benvenuto che ti dice di quali informazioni avrai bisogno, che sono le seguenti:

  • Nome database (il database MySQL creato nel passaggio 6)
  • Nome utente (l'utente MySQL che hai creato nel passaggio 6)
  • Password (la password per l'utente MySQL)
  • Il nome dell'host del server del database (di solito localhost o il nome che ti è stato dato durante la creazione del database nel passaggio 6)
  • Prefisso tabella: dovrebbe essere un paio di caratteri a caso e un trattino basso, per impostazione predefinita sono wp_

requisiti di installazione di wordpress

Dopo aver confermato di avere tutte le informazioni da 1 a 4 sopra, premere il pulsante "Andiamo". Ora otterrai un modulo che ti consente di specificare le informazioni del database.

Immettere le informazioni correttamente e fare clic sul pulsante Invia. Non devi davvero preoccuparti troppo del prefisso della tabella, quindi se non capisci cosa fa, lascialo così com'è per impostazione predefinita. Alcune versioni di WordPress non ti faranno nemmeno questa domanda, quindi potresti non doverti nemmeno preoccupare.

informazioni sul database wordpress

Se WordPress è in grado di connettersi al database, riceverai un bel messaggio da WordPress che dice che sta per eseguire l'installazione di WordPress.

collegamento corretto delle informazioni del database

Se hai specificato un'informazione sbagliata per accedere al database, l'installazione di WordPress si lamenterà. Probabilmente vedrai qualcosa del tipo "Errore durante la connessione al database". Assicurati di avere le informazioni corrette e riprova. 

Una volta che sei in grado di eseguire il passaggio "Esegui l'installazione", il tuo sito WordPress è quasi pronto. Solo un ultimo passaggio di configurazione e il gioco è fatto! Ora dovresti vedere una schermata di benvenuto.

installa wordpress

Qui puoi ora inserire alcune informazioni sull'installazione del tuo nuovo sito Web WordPress. 

  • Titolo del sito - dai un nome al tuo sito Web WordPress. Rendilo descrittivo e uguale o simile al tuo nome di dominio.
  • Nome utente e password - verranno utilizzati per accedere alla parte amministrativa di WordPress, quindi assicurati di creare una password molto complessa. L'indicatore di forza ti mostrerà se hai una buona password o meno.

Se vuoi che il tuo sito web sopravviva nel selvaggio west di Internet, NON utilizzare admin come nome utente e password. Assicurati che il nome utente e la password siano difficili da indovinare da qualcun altro ma facili da ricordare da te.

Ci piace usare frasi, insieme a caratteri casuali. Ad esempio, il nome utente potrebbe essere "fishingblogowner" e la password potrebbe essere qualsiasi raccolta casuale di caratteri o qualcosa che abbia senso solo per te: "Myf1rstb0ga0utf1shi1ng" (il mio primo blog sulla pesca con errori di ortografia intenzionali). Più forte è, meglio è per entrambi, purché tu possa ricordarli entrambi!

Puoi anche scegliere di memorizzarli su un servizio di password sicuro come LastPass.

Quindi, inserisci il tuo indirizzo email per le notifiche importanti dal tuo sito Web WordPress.

Controlla le opzioni sulla privacy se desideri che Google e altri motori di ricerca possano accedere al tuo sito web. NON vuoi scoraggiare i motori di ricerca dall'indicizzazione, quindi non selezionare la casella di controllo.

Dopo aver inserito tutte le informazioni, fare clic su "Installa WordPress".

E questo è tutto. Ora dovresti avere un nuovo sito Web WordPress!

Ora verrai reindirizzato all'amministrazione di WordPress per inserire il tuo nome utente e password in modo da poter iniziare a creare post con i tuoi contenuti.

Se navighi su www.tuodominio.com nel tuo browser, dovresti trovare un nuovissimo sito Web WordPress con Hello World come unica voce. Questo è il front-end del tuo nuovo blog!

8. Proteggi il tuo blog

iThemes security

Wordpress Security

Ora che abbiamo impostato il tuo blog, assicuriamolo. WordPress aveva una storia di essere facile da hackerare. Ciò accade principalmente nel passato, ma dobbiamo ancora prendere precauzioni. Il tuo sito web è connesso direttamente a Internet, quindi devi proteggerlo il più possibile.  

Ci sono due cose fondamentali che devi fare per rendere WordPress molto più sicuro:

  1. Consenti gli aggiornamenti automatici di WordPress. Ciò garantisce che se viene rilevato un problema di sicurezza nella versione corrente di WordPress, verrà installata una nuova versione quando verrà rilasciata e il tuo sito Web non sarà più soggetto a tale problema.
  2. Assicurati che il nome utente e la password dell'amministratore non siano facili da indovinare. Lo abbiamo già evidenziato sopra, ma lo sottolineeremo di nuovo. Assicurati che gli utenti amministrativi della nuova installazione del tuo sito Web WordPress abbiano un nome utente che NON sia admin e una password difficile da indovinare.

Esistono numerosi plug-in di sicurezza gratuiti e premium per WordPress che vale la pena controllare. Abbiamo usato Wordfence e alcuni degli altri e li consiglierei a qualsiasi utente di WordPress. Sarai stupito di quanti tentativi di hacking vedrai nei registri delle attività!

Se vuoi aumentare ulteriormente la sicurezza di WordPress, questa guida su a CollectiveRay entra in molti dettagli sulla protezione del tuo sito web

9. Configurare le basi  

Ci sono alcuni passaggi che dovresti davvero fare per assicurarti che il tuo nuovo sito WordPress sia attivo e pronto per l'uso.

Rendi gli URL ricercabili 

Se hai fatto clic sul post Hello World e dai un'occhiata alla barra degli indirizzi, vedrai che l'indirizzo del post non è esattamente l'ideale. Sembra www.tuodominio.com/?p=1. Ecco come apparirebbero i tuoi post se non modifichi le impostazioni di "Permalink" predefinite.

Vai alla sezione Permalink (Impostazioni> Permalink) e scegli come desideri che appaia l'indirizzo dei tuoi post. Ci sono varie opzioni che puoi scegliere e scegliere quella che preferisci purché la cambi da Predefinito. 

Ti consigliamo di utilizzare il nome del post. Questo aggiunge il titolo del post all'URL ed è l'impostazione predefinita per SEO e usabilità.

seleziona il nome del post dei permalink

Proteggi il tuo sito dallo spam nei commenti

I commenti sul sito web sono difficili. Da un lato, vuoi incoraggiare i commenti poiché un blog è una conversazione. D'altra parte, c'è così tanto spam nei commenti e tossicità online, consentire il commento può essere un lavoro molto duro.

Un modo per consentire i commenti riducendo al minimo lo spam è utilizzare un paio di strumenti.

Fortunatamente, WordPress viene fornito con Akismet, che è un servizio di protezione dai commenti spam. Puoi anche usare il brillante Jetpack che abbiamo recensito qui poiché ha anche una funzione di prevenzione dello spam nei commenti.

Se non sei pronto per optare per Jetpack in questo momento, dovresti almeno configurarlo Akismet.

Prima di tutto, scegli se vuoi commenti o meno, se non vuoi commenti, vai su Impostazioni> Discussione e personalizza le opzioni qui in base alle tue esigenze. Puoi costringere gli utenti a registrarsi prima che possano pubblicare commenti, oppure puoi scegliere di disabilitare completamente i commenti.

Una volta fatto ciò, dovresti ancora configurare Akismet.

Vai su Plugin> Plugin installati> e fai clic su Attiva per Akismet. Dopo aver premuto Attiva otterrai un enorme pulsante che ti mostra come registrarti e un account Akismet, generare una chiave API e utilizzarla per proteggere la tua installazione di WordPress dallo spam nei commenti 

Alternativamente, potresti usare un servizio come Disqus, un plug-in per i commenti di terze parti che può aiutare a controllare lo spam e la tossicità. 

Visita Jetpack per la migliore protezione dallo spam

Dai un volto al tuo nome - attiva Gravatar

Gravatar viene utilizzato di default in WordPress per visualizzare immagini sui commenti o ovunque Gravat sia abilitato. Molti temi supportano anche Gravatar. Devi solo associare la tua email a Gravatar una volta, e da quel momento in poi, sul tuo sito WordPress o su qualsiasi sito in cui Gravatar è abilitato, il tuo nome avrà una faccia.

Questo è puramente facoltativo, ma se vuoi creare un pubblico è un altro modo per incoraggiare quella conversazione a due vie. 

Ora il tuo blog è pronto, ma se vuoi creare un blog che abbia successo, dovrai assicurarti che il tuo tema sia perfetto. L'utilizzo di un tema predefinito, o uno che non è visivamente accattivante o che non offre determinate funzionalità e caratteristiche per i tuoi lettori creerà un po 'di barriera per i tuoi lettori. Abbiamo svolto molte ricerche per trovare alcuni dei migliori temi WordPress che puoi utilizzare per potenziare il tuo nuovissimo blog WordPress. 

10. Scegli un tema del blog FANTASTICO!

Pensavi di aver finito con la creazione del tuo blog?

A rigor di termini, sei pronto ovviamente, ma questi passaggi daranno al tuo sito alcune cose che dovrebbe avere.

Un tema è il design della tua nuova installazione di WordPress. Come appare e come si sente. Tutto ciò che i visitatori del tuo sito web vedranno sarà controllato dal tema.

Alcuni temi vengono installati con WordPress per impostazione predefinita e ci sono letteralmente migliaia di temi di terze parti tra cui puoi scegliere. Ci sono anche migliaia di temi WordPress in vendita. Ti consigliamo di sceglierne uno che rifletta la tua personalità o il motivo per cui stai creando un sito Web WordPress in primo luogo.

Ciò che creerà o distruggerà il tuo sito Web WordPress dipende in gran parte dall'aspetto del tuo sito web. E il modo per controllare l'aspetto di WordPress è attraverso i temi.

Ecco un piccolo suggerimento: NON utilizzare un tema gratuito. Molte volte questi sono limitati, di base e fanno sembrare il tuo sito temporaneo. I temi inclusi in WordPress sono utili per darti una panoramica di come sarà il tuo blog, ma non suggeriamo di usarli per i visitatori.

Invece, controlla uno dei nostri consigli di seguito o controlla alcune raccolte e recensioni di temi WordPress che abbiamo fatto. Abbiamo esaminato temi individuali e nicchie specifiche. 

Fatti un favore e scegli un tema WordPress premium per dare il meglio al tuo blog. È un investimento utile.

Abbiamo appena detto che ha senso per la tua azienda optare per un tema premium. Poiché questa è una guida completa alla creazione di un blog, faremo una raccomandazione per il prodotto WP più straordinario di sempre e il nostro tema preferito di gran lunga, Divi.

Divi è un tema WordPress premium che è cresciuto fino a diventare uno dei prodotti più flessibili. Piuttosto che offrire un unico tema, Divi offre la possibilità di utilizzare una moltitudine di temi o creare il tuo tema davvero unico. Supporta vari layout di sito, incluso un blog personale, siti per varie nicchie e settori e molto altro ancora.

Dai un'occhiata alla nostra recensione del tema Divi.

Scarica Divi ora (con il 10% di sconto fino al Settembre 2021)

anteprima divi

Sia che tu voglia usarlo per creare una community, un blog, un sito Web di una sola pagina o un mix di tutti questi, Divi ti copre. È sia un tema che un generatore di pagine drag and drop, sai che puoi fare assolutamente tutto ciò che vuoi con Divi.

Dai un'occhiata a Divi, non te ne pentirai. Se vuoi vedere cosa pensiamo veramente di questo tema, abbiamo una recensione completa di Divi qui - non dimenticare di leggere il nostro articolo qui!

Astra

Astra è anche un eccellente tema WordPress. È leggero, potente e include una gamma di eccellenti modelli gratuiti e premium. Non importa di cosa parli il tuo blog o chi sia il tuo pubblico di destinazione, ci sarà un design all'interno di Astra adatto.

Astra

Sebbene potente, Astra è anche relativamente facile da gestire. La dashboard utilizza una navigazione semplice e istruzioni che ti consentono di personalizzare completamente il tuo tema mantenendo le cose sensate per i principianti.

Hestia

Hestia è un altro dei nostri temi WordPress preferiti. È un tema completamente reattivo con potenti funzionalità, ma si carica rapidamente e rimane accessibile ai nuovi arrivati ​​su WordPress.

Hestia

Viene fornito con la sua dashboard di personalizzazione che semplifica il lavoro di modifica di colori, caratteri, navigazione, immagini e layout, quindi dovresti ottenere qualcosa di veramente unico.

Hesta lavora con WooCommerce per la vendita online e con una serie di altri plugin. Come questi altri temi, dovrebbe funzionare per qualsiasi settore, qualsiasi marchio e in qualsiasi situazione.

GeneratePress

GeneratePress è un altro dei nostri preferiti qui a CollectiveRay. È un tema WordPress leggero che offre un modello molto stabile con un design personalizzabile. È così popolare che è stato scaricato quasi 2.5 milioni di volte!

GeneratePress

GeneratePress si carica rapidamente, può essere semplice o ricco di funzionalità in base alle tue esigenze ed è già ottimizzato per il SEO. Non ha nemmeno dipendenze, quindi nessuna attesa per il caricamento di jQuery o altri script. Il tema utilizza il proprio JavaScript per prestazioni eccellenti.

 

OceanWP

OceanWP è un'altra opzione per il tuo nuovo blog. È un tema WordPress completamente inclusivo che è completamente reattivo, si carica rapidamente, è già ottimizzato per il SEO e funziona con WooCommerce e altri plugin. È un altro modello che si chiude con 2.5 milioni di download e per un'ottima ragione.

OceanWP

OceanWP viene fornito con una gamma di siti demo predefiniti che puoi personalizzare in base alle tue esigenze e la possibilità di crearne uno tuo. La flessibilità è insita in questo tema ed è per questo che lo consigliamo.

Semplicemente Pro

Simply Pro è un tema figlio di terze parti per i più esperti Genesis Framework. Genesis Framework è una base che si basa su WordPress e consente molta più libertà in termini di design. I temi figlio dipendono da Genesis Framework per funzionare in modo che i due vadano di pari passo.

Semplicemente Pro

Simply Pro è un design molto pulito che si presta bene a molti tipi di blog. È moderno, semplice e funziona su qualsiasi tipo di schermo. Può caricarsi rapidamente e integrare anche un ampio numero di plugin.

Elementor

Nessun elenco di temi WordPress sarebbe completo senza menzionare Elementor. Non è un tema, più un page builder che apre le porte a un design di blog unico. Puoi utilizzare un modello predefinito se lo desideri o crearne uno tuo. La selezione di modelli è ampia e contiene alcuni design dall'aspetto molto professionale.

Elementor

Anche se non consigliamo di utilizzare Genesis o Elementor per il tuo primo blog, sono ideali per quando vuoi sviluppare le tue abilità. 

target="_blank" href="https://www.collectiveray.com/out/tf_brixton" class="tracked nturl">Brixtons - Tema blog WordPress personale minimo

Uno dei nostri temi preferiti per un blog WP è Brixtons - News from the City.

target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_brixton">Brixton

Molto trendy, molto hipster: adorerai questo tema con un design molto elegante e pulito. È un'ottima scelta per qualsiasi blog personale, senza presentazioni o animazioni, solo dritto al punto con una presentazione delle informazioni in modo pulito e minimale. I social media sono coperti da widget se necessario! 

Oltre alla bellezza di questo tema del blog WordPress, ottieni anche i file PSD, in modo da poter apportare le modifiche desiderate. Un recente aggiornamento del tema ha incluso icone fantastiche per i font.

Il logo del tema è anche disponibile gratuitamente per l'uso in qualsiasi modo desideri. Vediamo alcune delle funzionalità offerte da Brixton: 

  • VARIAZIONI DI COLORE ILLIMITATE
  • Caricamento super veloce
  • Google Web Fonts
  • Versione a tutta larghezza e scatolata
  • SEO ottimizzato
  • Instagram feed
  • Realizzato per la leggibilità
  • Design creativo
  • Modelli di video, galleria, audio, preventivo, standard e link
  • Design pulito e nitido
  • Caratteristiche e animazioni CSS3
  • File di aiuto scritto dettagliato
  • Usa il tuo logo personalizzato e l'icona della favicon.
  • 7 modelli di post (standard, video, link, galleria, audio)

Dai un'occhiata al target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_brixton">DEMO IN DIRETTA 

target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_hemlock">Hemlock - Un tema reattivo per blog WordPress

target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_hemlock">Homelock - tema del blog wordpress reattivo

Questo è quello che amiamo davvero! È un modello fantastico: crediamo che sia piuttosto femminile e femminile e una scelta perfetta per un blog di viaggio o cibo / ristorante o lifestyle WordPress.

La struttura e il layout sono perfetti per mettere in evidenza il "blog del giorno" - dà molto risalto a tutto ciò che l'autore sta scrivendo sul blog quel giorno. Questo tema è tutto incentrato sulla forma, anche se ovviamente anche la funzione è molto ben fatta!

Questo tema farà in modo che il tuo blog sia al di sopra degli altri, urlando alla moderna raffinatezza.

target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_blogoma">Blogoma - Il tema del blog più semplice e dolce

Questo è un altro tema che amiamo assolutamente! C'è qualcosa nella semplicità che lo rende la massima raffinatezza! Mentre Hemlock sopra ha un aspetto femminile - Blogoma ha un'atmosfera molto tecnologica ed è una scelta perfetta per qualcosa come Tech, Gadget, Sport, Orologi, Automobili o un altro blog di tecnologia, o altre cose virili o geek.

target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_blogoma">Blogoma - Tema del blog Wordpress più dolce e semplice

Naturalmente, il tema è molto adattabile a molti usi, quindi non limitarti a ciò che stiamo dicendo e dai un'occhiata al target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_blogoma">ANTEPRIMA LIVE al momento.

target="_blank">Blog di John Doe - Tema blog WordPress pulito e personale

Il blog di John Doe - proprio come il suo nome è un tema semplice, pulito e moderno per un blog ideale per condividere le tue storie personali. Ovviamente è reattivo. Ha molte funzionalità che non gonfieranno l'installazione di Wordpress.

target = "_ blank">Blog di John Doe - Pulisci il tema del blog personale di Wordpress

Il tema presenta 10 stili CSS predefiniti, 8 widget personalizzati, oltre 60 codici brevi e 8 formati di post tra cui Standard, A parte, Galleria, Link, Immagine, Citazione, Audio e Video.

Il pannello di amministrazione potente e amichevole si concentra sulla facilità d'uso, piuttosto che su altri temi ingombranti, in cui il blogger principiante potrebbe perdersi un po '. Il tema è anche predisposto per i social media, quindi sarai in grado di integrare Facebook, Twitter, Instagram, Flickr, profili Pinterest con il tuo sito web sin dall'inizio.

Aveva anche Fontello integrato, quindi hai letteralmente più di mille icone tra cui scegliere da utilizzare con questo tema. Ci sono anche 6 layout di blog e 15 modelli di pagina personalizzati che puoi "modellare" le pagine del tuo blog con elementi essenziali come gallerie, pagine di contatto, blog filtrabili e pagine a larghezza intera.

Ma abbastanza descrizioni - forse è meglio vedere di persona nel file target="_blank">DEMO IN DIRETTA?

target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_retro">Portafoglio retrò - Tema WordPress vintage di una pagina

La cosa grandiosa di Internet è che qualunque sia il tuo stile, troverai qualcosa che si adatta a te.

target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_retro">Portafoglio retrò - Tema wordpress vintage di una pagina

Quindi abbiamo appena menzionato la tecnologia e la raffinatezza nei nostri due precedenti riflettori. Il nostro prossimo tema personale WordPress diventa VINTAGE. Se ami uno stile retrò, Retro Portfolio è un tema WP vintage di una pagina. È appena stato rilasciato come tema reattivo ... qualcosa che è accaduto solo di recente!

Vediamo alcune delle caratteristiche di questo tema:

  • Completamente Responsive
  • Integrazione Retina per logo e banner
  • Può facilmente aggiungere, rimuovere e riorganizzare le sezioni nella home page
  • può facilmente cambiare il colore di ogni singola sezione, pagina o post del blog grazie all'introduzione di un nuovo selettore di colori
  • Integrazione di Google Fonts
  • Nuove icone
  • Nuovo cursore reattivo
  • Galleria del portfolio
  • Filtro antispam nel modulo di contatto
  • Più CSS, less immagini
  • Completamente traducibile
  • Notificatore degli aggiornamenti
  • Documentazione dettagliata

Guarda la target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_retro"> demo live di Retro qui

target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_elantra">Elantra 2015 - Elegante tema per blog personali

Un altro tema Wordpress per blog personale davvero pulito ed elegante è Elantra 2015. Se non sai come creare un sito web, questo modello è semplice ma il design elegante è un'ottima scelta per un blog personale ed è alimentato da Bootstrap 3, quindi reattività è integrato nel modello. È una scelta assolutamente buona per coloro che desiderano creare un blog di viaggi, hobby, cucina o moda. Tutte le immagini vengono visualizzate tramite Magnific Popop Window, quindi saltano letteralmente fuori dalla finestra (del browser) quando le fai clic :)

È facile aggiungere brani SoundCloud, video Vimeo / YouTube, audio e video da WordPress Hosting Url, post di citazioni e collegamenti o post di Mosaic / Slider Gallery. 

E con l'inclusione di oltre 600 caratteri Web di Google, creerai sicuramente lo stile speciale solo per te!
a href = "https: // www.collectiveray.com/out/tf_elantra" target="_blank">Elantra 2015 - Elegante tema wordpress per blog personale

 Perché non controlli il bello target="_blank" a href="https://www.collectiveray.com/out/tf_elantra">ANTEPRIMA LIVE qui? 

Assicurati che il tuo tema WordPress sia reattivo

Una nota sulla selezione del tema WordPress. Puoi scegliere qualsiasi collaudato che ti piace, con qualsiasi combinazione di colori, design, interazione e funzionalità, ma deve avere una cosa.

Deve essere reattivo.

Un tema web reattivo significa che può ridimensionarsi automaticamente a schermi di dimensioni diverse. Ciò che può sembrare sorprendente sul tuo laptop o desktop potrebbe non funzionare così bene sui dispositivi mobili. Un tema reattivo di buona qualità dovrebbe essere completamente reattivo in modo da adattarsi a qualsiasi dimensione dello schermo.

Dovrebbe anche aggiungere o rimuovere funzionalità a seconda delle dimensioni dello schermo. Potrebbe esserci una piccola configurazione da parte tua, ma la reattività deve essere incorporata in un tema. Non può essere aggiunto in seguito.

Ci siamo presi il tempo di scegliere alcuni temi WordPress che amiamo. Riteniamo che offrano ottime opzioni per la creazione di temi nel tuo blog WordPress. Dai un'occhiata ad alcune delle nostre opzioni nella nostra sezione temi WordPress o dai un'occhiata a quanto segue.

Facoltativo: configura un'installazione locale per personalizzare il tuo tema WordPress

Questo è un passaggio facoltativo, ma potresti voler rivedere una volta che sei attivo e funzionante.

Configura un'installazione locale per personalizzare il tuo tema WordPress

Tutti i temi WordPress che consigliamo nel nostro tutorial su come avviare un blog sono dotati di design accattivanti e già pronti. Tutto quello che devi fare è installare e attivare, aggiungere il tuo logo o nome e sei pronto per partire.

Tuttavia, se vuoi o hai bisogno, per personalizzare il tema prima del lancio, puoi farlo durante la configurazione live o configurare un'installazione WordPress locale e farlo sul tuo computer.

La personalizzazione del tema prima che il sito web sia attivo non è un problema in quanto nessuno ne sarà influenzato.

La modifica di un tema WordPress una volta che il tuo sito è attivo può influire sull'esperienza del cliente. Questa è una buona ragione per configurare un'installazione locale. Noi usiamo Local by Flywheel. È più facile da usare rispetto a xAMPP e configura un'installazione di WordPress all'interno di una macchina virtuale sul tuo computer. Sembra, agisce e si sente esattamente come WordPress tranne che non è un sito web live.

Local by Flywheel è gratuito e funziona su Windows, Mac e Linux. Crea una macchina virtuale completa di WordPress. Una volta caricato, puoi utilizzare il dominio e il login / wp-admin per accedere alla dashboard di WordPress proprio come faresti sul tuo blog live.

Puoi quindi installare il tuo tema WordPress, tutti i plugin e persino importare o creare un database. Oppure puoi lasciare tutto come predefinito, caricare il tema WordPress e iniziare la personalizzazione.

Dopo aver personalizzato il tema in base alle tue esigenze, puoi copiare i file sul tuo sito web live. È un modo molto semplice per gestire e aggiornare un sito web!

Torna all'inizio del tuo blog.

11. Crea alcune pagine di base 

Il tuo sito Web WordPress ha lo scopo di far conoscere alle persone te, la tua azienda, il tuo prodotto, il tuo club, hobby o qualcos'altro che vuoi far conoscere ai tuoi visitatori. Quindi, affinché i tuoi visitatori possano conoscerti rapidamente e facilmente, potresti voler creare alcune pagine standard. 

Per lo meno dovresti creare:

  1. Una homepage
  2. Una pagina Chi siamo
  3. Una pagina Contattaci
  4. Una pagina sulla privacy

Imposta la home page o la prima pagina del tuo sito Web WordPress

Qui è dove tutti arrivano non appena visitano il tuo sito web quando accedono a www.tuodominio.com. Per impostazione predefinita, WordPress mostra un elenco dei tuoi ultimi post. Se questo è il modo in cui desideri che sia la tua pagina di destinazione, non è necessario apportare modifiche.

D'altra parte, se desideri creare una pagina statica come una pagina aziendale o una pagina di destinazione, puoi andare su Pagine> Aggiungi nuovo e creare il contenuto che desideri venga visualizzato come prima pagina.

Il nuovo Gutenberg blocks dashboard in WordPress rende molto facile creare pagine.

editor di gutenberg

Una volta che hai finito con il contenuto di questa pagina, imposta la pagina come prima pagina del tuo sito web andando su Impostazioni> Lettura e scegli la pagina che hai appena creato da visualizzare come prima pagina

impostazioni di lettura della home page

Chi siamo pagina

La pagina delle informazioni sarà un po 'di dettagli su chi sei. La pagina delle informazioni è una delle pagine visitate dalla maggior parte delle persone che non conoscono il tuo sito web per capire con chi hanno a che fare.

Questa è la tua biografia, CV e lettera di presentazione in tutto. Assicurati di creare una descrizione succinta di chi sei e di cosa trattate voi e il vostro sito web. È la tua opportunità per raccontare la tua storia e convincere le persone a credere nella tua passione. Una pagina Chi siamo non va mai sottovalutata!

La pagina Contattaci

Una volta che le persone sono arrivate sul tuo sito, vuoi assicurarti che possano contattarti il ​​più facilmente possibile. Puoi inserire un indirizzo e-mail, un numero di telefono e altri dettagli di contatto di base.

Puoi anche scegliere di installare un plug-in per WordPress Modulo di contatto (come questo), per poter visualizzare un modulo di contatto.

Una pagina Contattaci dovrebbe includere anche un file Google Maps Widget. Ciò è particolarmente vero se sei un'azienda basata sui servizi o se hai una sede fisica. Non solo devi mostrare e dire alle persone dove ti trovi, ma vorrai anche classificarti per la SEO locale.

Avere un widget di Google Map si inserisce in Google My Business per semplificare la ricerca e il posizionamento nella ricerca locale.

Se non hai molta familiarità con come configurarlo, possiamo suggerirti questo plugin che ti aiuterà a farlo in pochi minuti? Puoi utilizzare la versione gratuita del plug-in che abbiamo collegato sopra o optare per la versione PRO, che viene utilizzato attivamente da oltre 100,000 utenti.

Pagine sulla privacy

Le pagine sulla privacy sono ora richieste in alcune regioni e sono considerate essenziali da molti utenti. È utile nelle regioni soggette al GDPR e fa una buona prima impressione per i visitatori umani e altre aziende. Anche se tutto ciò che dice è che non usi i cookie di tracciamento o registri i dati dei visitatori, ora è considerata una pagina necessaria da molti.

Altre pagine

Se il tuo sito ha un ambito specifico di visualizzazione di informazioni su un prodotto, servizio o qualsiasi altra cosa che potresti voler trasmettere alle persone, puoi creare pagine per le cose che vuoi mostrare alle persone.

Pubblica categorie

Se prevedi di utilizzare WordPress come blog o da qualche parte in cui desideri visualizzare spesso i post, sarebbe un'ottima idea configurare le categorie per i tuoi post. L'unica cosa che devi tenere a mente quando crei le categorie di post è l'esperienza utente.

Vuoi ottimizzare l'esperienza dell'utente, quindi crea categorie che rendano il più semplice possibile per i tuoi visitatori raggiungere i post che stanno cercando nel più breve tempo possibile.

Puoi creare categorie manualmente o fare in modo che WordPress le crei mentre pubblichi. Se sai già che tipo di categorie utilizzerai, aggiungile manualmente in quanto risparmierai tempo lungo la strada.

Seleziona Post dal menu a sinistra nella dashboard di WordPress e seleziona Categorie dal menu a scorrimento.

  1. Digita un nome e uno slug nella parte sinistra del riquadro centrale.
  2. Seleziona Aggiungi nuova categoria quando hai finito.
  3. Risciacquare e ripetere per ogni categoria che si desidera creare.

Inizia a postare!

Dopo aver impostato le basi, dovresti ora iniziare ad aggiungere alcuni contenuti. Questo sarà un processo continuo per tutta la vita del tuo blog.

Come regola generale, dovresti creare post unici e utili per i tuoi visitatori. Se sono utili per i tuoi visitatori, è più probabile che rimangano o tornino per ulteriori informazioni.

12. Rendi il tuo motore di ricerca del blog amichevole

Rendi il tuo motore di ricerca del blog amichevole 

Uno degli aspetti più importanti di come avviare un blog è ottimizzazione del contenuto per i motori di ricerca. Ottimizzando i contenuti per i motori di ricerca, ti assicuri che quando le persone cercano determinate frasi, il tuo sito web venga visualizzato nei risultati di ricerca il più spesso possibile.

Sebbene SEO (Search Engine Optimization) non sia un'attività una tantum, c'è una cosa che devi fare per ottimizzare il tuo sito Web WordPress per i motori di ricerca. Oltre a scegliere un tema (vedi sotto) adatto ai motori di ricerca, ti consigliamo di assicurarti di installare il file Plugin SEOPress.

SEOPress

Il plug-in SEOPress migliora le funzionalità SEO del tuo sito Web fornendo una serie di funzionalità essenziali come:

  1. Una mappa del sito XML del tuo sito web. Google, Bing, Yahoo e molti altri motori di ricerca utilizzano le Sitemap come guida per sapere quando e quali post guardare quando visitano il tuo motore di ricerca. Una mappa del sito XML è una mappa dettagliata del contenuto del tuo sito web che è leggibile dal motore di ricerca. Il plug-in SEOPress garantisce la creazione di una buona mappa del sito per il tuo sito Web, verifica la proprietà del tuo sito Web su un numero di pagine di strumenti per i Webmaster e invia la mappa del sito del tuo sito Web WordPress ai portali di Google, Bing, ecc., WebMaster per tuo conto.
  2. Controllo dei tag del titolo e dei metadati. Due degli indicatori SEO sulla pagina più significativi sono il tag del titolo e la descrizione dei metadati. SEOPress ti consente di configurare questi tag come necessario per i migliori punteggi SEO possibili.
  3. Focus sulle parole chiave. Se stai prendendo di mira parole chiave o frasi di parole chiave specifiche, SEOPress si assicura che tu faccia tutte le modifiche necessarie per assicurarti che la tua pagina si classifichi nel miglior modo possibile con i cambiamenti di pagina. Cose come avere le parole chiave che compaiono nei titoli e nei sottotitoli, le parole chiave che appaiono nel contenuto a densità specifiche, nei tag ALT delle immagini e in altre tecniche SEO sulla pagina.

Ti consigliamo vivamente di fare i conti con la SEO una volta che sei attivo e funzionante in quanto è una parte essenziale del blogging. È anche dettagliato, a volte complicato e cambia continuamente. Nonostante ciò, è anche molto interessante!

Visita SEOPress per saperne di più

Se SEOPress non fa per te, WordPress SEO di Yoast è una valida alternativa.

Se desideri saperne di più sulla SEO, abbiamo scritto un ottimo articolo qui:  Elenco di controllo SEO onpage di WordPress: una guida passo passo 21 per aumentare il traffico

Ecco alcune modifiche SEO di base da apportare al tuo nuovo blog:

  •  Passare a Impostazioni e leggere e mantenere la visibilità del motore di ricerca è selezionata.
  •  Assicurati di impostare URL ottimizzati per la SEO come suggerito con Impostazioni e Permalink.
  •  Controlla il tuo URL in Impostazioni e Generale. Assicurati che www. l'impostazione e le impostazioni HTTPS siano corrette. Devono corrispondere al dominio. Tutti i blog lanciati ora dovrebbero essere HTTPS.
  •  Aggiungi il tuo sito a Google Search Console per assicurarsi che venga trovato.
  •  Assicurati di elencare una mappa del sito quando utilizzi un plug-in SEO.
  •  Assicurati di utilizzare snippet se utilizzi un plug-in SEO.

La SEO del sito web è un argomento enorme e leggermente fuori portata per questa guida. mailess, coprire queste nozioni di base ti metterà almeno sulla strada della SEO organica.

13. Rendi il tuo sito web veloce e socievole

Rendi il tuo sito web veloce e socievole

 

Rendi veloce il tuo sito web

I siti Web WordPress lenti non funzionano bene. Con il caricamento della pagina ora un segnale di ranking SEO per Google, i siti lenti non si classificano bene. Inoltre, la nostra pazienza nell'attendere il caricamento di siti Web lenti è quasi inesistente.

Se la tua pagina principale impiega troppo tempo per caricarsi, i tuoi visitatori andranno da qualche parte più velocemente.

Se vuoi che il tuo sito web sia il più veloce possibile, devi assicurarti di avere un file buon host WordPress ma dovrai anche aiutarlo. Ci sono alcuni buoni plug-in là fuori, tuttavia sicuramente il migliore in circolazione per rendere veloce il tuo sito Web WordPress, dovrai installare un plug-in di memorizzazione nella cache di WordPress o un plug-in come WP Rocket.

Quando si installa questo plug-in, il tuo sito ottiene immediatamente una spinta, oltre a essere valutato molto meglio in siti Web come Google PageSpeed ​​Insights o GTMetrix (siti Web che misurano la velocità del sito Web). Ciò significa che il tuo sito offrirà un'esperienza più rapida e molto più piacevole per i tuoi visitatori.

Questo non è un plug-in gratuito, ma, come forse saprai, Google presta molta attenzione ai siti Web che sono veloci.

Inoltre, l'esperienza utente negativa di un sito web lento è qualcosa che devi evitare a tutti i costi (se vuoi che il tuo sito web abbia successo a lungo termine), quindi assicurati di assicurarti che il tuo sito web sia veloce quanto si può ottenere con WP Rocket!

Esistono plugin gratuiti che svolgono un lavoro simile. Plugin come Autoptimize o Pagespeed Ninja. Esistono numerosi plugin che mirano ad accelerare il tuo sito Web WordPress, ma questi tre abbiamo esperienza personale di utilizzo e fanno tutti un lavoro decente, ma nessuno può eguagliare i vantaggi dell'utilizzo di WP Rocket.

Prima di iniziare a caricare i plugin e modificare le impostazioni, visita PageSpeed ​​Insights di Google per vedere come stai andando ora. Vuoi che il tuo punteggio sia il più vicino possibile a 100 sia per i dispositivi mobili che per i desktop. Pochi siti web raggiungeranno quel punteggio di 100 senza uno sforzo significativo, ma è possibile migliorare drasticamente il punteggio con i plugin sopra menzionati.

Questa pagina del nostro blog contiene molte informazioni su PageSpeed ​​Insights e su come velocizzare WordPress.

Ottieni WP Rocket

Preparati per la condivisione sui social

Oltre al traffico proveniente dai motori di ricerca, un'altra grande fonte di traffico sono i social network come Facebook, Twitter, LinkedIn e Pinterest. Quindi devi assicurarti che il tuo sito web sia abilitato per la condivisione sui social.

Come minimo, devi assicurarti che tutte le tue pagine abbiano un pulsante di condivisione abilitato per Facebook, Twitter e molti altri (dove miri più spesso alle visite demografiche).

Devi anche assicurarti che le pagine siano "condivisibili", il che significa che il codice viene inserito in ogni pagina per assicurarti che il sito visualizzi immagini e descrizioni come necessario per ogni social network. Fortunatamente, ti abbiamo coperto, non dovrai preoccuparti troppo di inserire questi codici nel tuo sito. Il plugin SEOPress copre anche il tuo sito per la condivisione sui social. 

Si chiama un utile plugin che potresti voler usare Blog2Social. Automatizza molte attività di pubblicazione sui social media. Ad esempio, puoi impostare il plug-in per pubblicare automaticamente qualsiasi nuovo post del blog sulla tua pagina Facebook, feed Twitter, account Instagram, profilo LinkedIn e altro. Una volta identificato dove si trova il tuo mercato di riferimento, questo potrebbe essere un vero risparmio di tempo!

14. Fai le tue cose 

A questo punto dovresti avere un blog completamente operativo.

Dovresti avere un nome di dominio che significhi qualcosa, un host web che offra un'eccellente velocità della pagina, un ottimo tema che si carica rapidamente e funziona su dispositivi mobili e alcuni plug-in per far funzionare le cose in modo più fluido.

Queste sono le basi per avviare il tuo blog. Potresti pensare che questa sia la fine della strada. Ti sbaglieresti. Questo è solo l'inizio. Ti abbiamo aiutato a gettare le basi impostando tutto.

Ora è il tuo turno.

Ora sta a te accendere la tua creatività e utilizzare il tuo programma di blogging per fornire post di blog regolari, di alta qualità e interessanti per invogliare i visitatori a tornare per ulteriori informazioni.

15. Promuovere il tuo blog

promuovendo il tuo blog

Nessuna guida per avviare il tuo blog sarebbe completa senza una piccola informazione sulla promozione. Dopotutto, non ha senso scrivere con un programma regolare, lavorare sodo per fornire post divertenti se nessuno sa che ci sono!

Il blog marketing è un argomento enorme e un po 'fuori portata per questa guida. 

Tuttavia, riteniamo che sia nostra responsabilità assicurarti di avere alcuni suggerimenti sulla promozione del tuo blog una volta che inizi a pubblicare.

Assicurati di promuovere sui social media

Abbiamo accennato all'utilizzo dei plugin dei social media per automatizzare la pubblicazione sui social media, ma non dimenticare che il social networking è una conversazione.

Non limitarti a pubblicare e poi dimenticartene. Rispondi (positivamente) ai commentatori, segui gli altri nella tua nicchia o che potrebbero essere interessati al tuo blog e gentilmente e molto occasionalmente, proponi loro un link o una menzione.

Pubblica su gruppi Facebook se qualcuno ha posto una domanda a cui hai risposto o risposto in dettaglio in uno dei tuoi blog (purché tu abbia il permesso del proprietario del blog).

Invia il tuo blog ai siti web di bookmarking

L'aggiunta di segnalibri ai siti Web può essere un'utile fonte di traffico Web.

A seconda della tua nicchia e dell'intento del sito web, potresti scoprire che tutti o solo alcuni siti web di segnalibri funzionano. È una chiamata di giudizio che solo tu puoi fare.

Commenta su altri blog

Devi dare per ricevere, o almeno così ci dicono.

Pertanto, commentare i blog di altre persone in nicchie correlate al tuo può generare traffico. Non tutti i siti Web consentono di seguire i collegamenti ai commenti. In caso contrario, menziona il tuo blog per nome e fai commenti positivi e preziosi per generare traffico verso il tuo lavoro.

Ospite distacco

Una volta che sei sicuro di te come blogger, potresti offrire i tuoi servizi come guest blogger.

Ciò di solito comporta la scrittura di un post gratuito per un altro sito Web in cambio dell'attribuzione e un collegamento al tuo blog. Questo è molto popolare in molte nicchie, quindi vale la pena esplorarlo. A tutti piace ottenere qualcosa in cambio di niente e se tutto ciò che chiedi è un link di ritorno, chi dirà di no?

PPC - Pay Per Click

Se hai fretta di far decollare il tuo blog, potresti dargli una spinta a pagamento con gli annunci PPC.

Questi sono gli annunci che vedi con il moniker "Annuncio" su Google, annunci su Facebook, annunci su pagine web e forum. Devi pagare, da cui il nome, ma sono un modo molto praticabile per ottenere traffico. Ma costano soldi. A volte tanti soldi!

Suggeriamo PPC solo per chi ha fretta poiché questo è un altro argomento complicato. È troppo facile spendere molti soldi per un rendimento minimo. 

16. Backup del tuo blog WordPress

Un aspetto della gestione di un blog e molti altri come avviare un blog che le guide dimenticano di coprire sono i backup.

Se metti il ​​tuo cuore e la tua anima nel tuo blog, vuoi proteggerlo. Parte di ciò è il metodo di barriera, utilizzando un plug-in di sicurezza con firewall, progettando un accesso super potente e passaggi pratici. Questi sono tutti aspetti che abbiamo descritto come parte della sicurezza del passaggio del tuo blog.

L'altro è la creazione di un backup.

plugin di backup per wordpress

È possibile utilizzare Jetpack per eseguire backup regolari oppure è possibile utilizzare un plug-in di backup dedicato. Ci sono molte opzioni. Alcuni sono gratuiti mentre altri costano denaro.

Dai un'occhiata a Jetpack per i backup

Abbiamo utilizzato sia Jetpack che UpdraftPlus e posso consigliarli entrambi. Assicurati che qualunque soluzione di backup utilizzi includa l'opzione per eseguire il backup del database principale e della cartella wp_content. Qui è dove sono archiviate le tue immagini e i tuoi file, quindi vorrai sicuramente un backup di questo.

A seconda di come desideri eseguire il tuo blog, puoi lasciarlo lì o configurare i backup in modo molto più dettagliato. Finché il database principale e la cartella wp_content sono coperti, tutto il resto è un bonus.

Assicurati che il backup non sia solo salvato localmente sul tuo host web. Innanzitutto, i backup occupano spazio prezioso sul disco che è limitato sui piani di hosting condiviso. In secondo luogo, se il tuo host web subisce un hack o un hacker entra nella tua condivisione, potresti perdere tutto, incluso il backup.

Il nostro consiglio è di avere una copia salvata sul tuo host web per backup veloci e un'altra inviata via email o salvata nel cloud. Un backup settimanale salvato sul tuo host e un backup quindicinale o mensile salvato altrove dovrebbero essere più che sufficienti.

Non esiste una regola per i backup a parte assicurarsi di averne uno. Altrimenti, più pubblichi e più apprezzi quei post, più dovresti eseguire il backup.

17. Scorciatoia - Crea un sito web in 2 minuti

 

Ora che ti abbiamo effettivamente mostrato come farlo fino in fondo, c'è anche la versione breve. Come creare un sito web letteralmente in 2 minuti.

Se vuoi aprire un blog, ormai sai che il modo più semplice per farlo è usare WordPress. Sebbene tu possa pensare che sia difficile creare un blog su WordPress utilizzando i passaggi precedenti, possiamo mostrarti un modo molto semplice per farlo. 

Bastano 2 minuti se utilizzi il nostro metodo consigliato. Questo perché invece di dover fare tutto da solo, puoi semplicemente creare un blog con un'installazione automatica su un server di hosting.

Letture consigliate: Qual è lo scopo di un blog e ne ho bisogno?

Ancora una volta, consiglieremo di utilizzare WordPress. Sai che WordPress è utilizzato per tutti i tipi di siti Web, ma uno dei motivi principali è sempre stato quello di creare un blog.

Ecco come farlo in 2 minuti netti!

Crea un account InMotion

Consigliamo InMotion perché li abbiamo usati noi stessi. Li troviamo veloci, reattivi e con un buon rapporto qualità-prezzo. Ancora più importante, offrono un servizio di configurazione completamente automatizzato. È così che possiamo mostrarti come creare blog in 2 minuti con InMotion.

Crea un blog in 2 minuti

Dopo aver effettuato l'accesso al tuo account InMotion, dovrai visitare il tuo CPanel facendo clic sul pulsante come mostrato nell'immagine qui sotto.

Una volta entrato in CPanel, sarai immediatamente in grado di vedere come creare un blog tramite l'autoinstaller di WordPress MAnager. Questo farà tutto il tecnico lavora per te, quindi non devi preoccuparti di creare database, password, scaricare codice sorgente e configurare qualsiasi cosa. 

gestore di wordpress

Non è necessario sapere come creare un blog da soli. Tutto il lavoro verrà svolto per te tramite l'autoinstallatore.

 Dopo aver fatto clic su WordPress Manger, dovresti trovarti nella schermata seguente. Come puoi vedere, fai semplicemente clic sul pulsante Nuovo sito per creare il tuo blog sul dominio di tua scelta.

Nuovo sito in WordPress Manager

Dopo aver fatto clic sul pulsante Installa, otterrai alcune opzioni. Puoi lasciare tutte le opzioni così come sono, non è necessario apportare modifiche. 

Una volta che l'installazione è pronta, ti verranno presentate le credenziali di amministratore di WordPress che puoi utilizzare per eseguire il resto del processo di configurazione come da come avviare un articolo del blog.

18. Mantenere il tuo blog

Infine, è giusto che passiamo un minuto a discutere della manutenzione del blog. Preparare tutto e farlo funzionare è solo metà della battaglia. Mantenerlo attivo e aggiornato è altrettanto importante. Fortunatamente, WordPress lo rende abbastanza semplice.

Abilita gli aggiornamenti automatici

Le versioni più recenti di WordPress sono dotate di aggiornamenti automatici abilitati per impostazione predefinita. Controlla la tua versione in Dashboard e Aggiornamenti. Dovresti vedere un messaggio che dice "Hai l'ultima versione di WordPress. I futuri aggiornamenti di sicurezza verranno applicati automaticamente. "

Controlla il tuo blog settimanalmente o mensilmente per aggiornamenti non relativi alla sicurezza, se necessario. Più spesso scrivi, più spesso dovresti controllare. Una volta alla settimana è spesso sufficiente per la maggior parte delle persone.

Se un plug-in chiede di impostare gli aggiornamenti su automatici, consentirlo. WordPress ti avviserà se un plugin richiede un aggiornamento, ma è molto più facile aggiornarli da soli. Ancora una volta, un controllo settimanale degli aggiornamenti è sufficiente. Puoi vedere rapidamente se un plug-in richiede un aggiornamento poiché vedrai una bolla rossa con un numero al suo interno dal menu Dashboard nella dashboard di WordPress.

Elimina tutto ciò che non ti serve

Una volta che il tuo blog è completamente operativo e sei soddisfatto di come appare e si sente, rimuovi tutti i temi che non hai utilizzato e tutti i plugin che hai deciso di non utilizzare. Ciò consente di risparmiare spazio su disco e riduce le tabelle del database. Entrambi utili per l'efficienza.

Usa un plugin per la sicurezza di WordPress

La sicurezza fa parte della manutenzione e tenere fuori gli utenti non autorizzati dovrebbe mantenere il tuo blog operativo in modo efficiente. Controlla regolarmente il tuo plug-in di sicurezza per vedere quanti tentativi di hacking sono stati tentati e quanti utenti sono stati bloccati dal tentativo di utilizzare l'accesso amministratore. Rimarrai sbalordito.

Effettua un backup del tuo sito Web WordPress

Abbiamo parlato di fare un backup del tuo blog in precedenza, ma vale la pena riaffermare il punto qui. Se stai riversando il tuo cuore e la tua anima nel tuo blog, l'ultima cosa che vuoi è perderlo a causa di un hack o di un errore del server nel tuo host web. Un backup è una parte essenziale della manutenzione del blog e non qualcosa che qualsiasi blogger può permettersi di ignorare.

19. Come avviare un blog Domande frequenti

Come si avvia un blog gratuitamente?

Puoi avviare un blog gratuitamente su WordPress.org. Questo è diverso da WordPress.com che offre l'hosting di blog gratuito per i principianti. Non puoi scegliere il tuo nome di dominio e le opzioni sono limitate, ma se vuoi testare l'acqua prima di spendere soldi, ecco come farlo.

Come vengono pagati i blogger?

Come vengono pagati i blogger? All'inizio non lo fai. In genere implementeresti annunci sul tuo blog per fornire un piccolo reddito. Puoi passare alla sponsorizzazione, all'inserimento di prodotti, ai post sponsorizzati e ad altre iniziative, ma avrai bisogno di un numero significativo di lettori prima di poterlo fare.

Come inizio a scrivere un blog?

Questa guida ti mostra esattamente come iniziare a scrivere un blog. Tutto inizia con un'idea. Puoi trasformare quell'idea in un piano e poi in realtà seguendo i passaggi descritti in questa guida per avviare un blog.

Il blog è ancora immensamente popolare nel 2020, ma il panorama è cambiato. I blog che non offrono molto in termini di unicità, interesse e intrattenimento non sembrano esistere a lungo. Blog che offrono ancora contenuti unici e interessanti thrive. I blog aziendali sono ancora incredibilmente importanti per il marketing.

Quanto costa avviare un blog?

Non deve costare molto per avviare un blog. Puoi iniziare gratuitamente utilizzando WordPress.org o avviarne uno tuo abbastanza a buon mercato. Un nome di dominio può costare £ 10 / € 11 / $ 13 e l'hosting può costare ovunque da £ 25 / € 28 / $ 30 all'anno. Se acquisti un modello WordPress, aspettati di pagare circa $ 50- $ 60 come commissione una tantum per questo.

La maggior parte dei plugin sono gratuiti, ma alcuni includono una tariffa annuale. Questi variano a seconda della qualità e della complessità del plug-in.

Conclusione

Come puoi vedere, anche se potrebbero essere necessari un paio di minuti per avviare il tuo blog, ci vuole un po 'più di tempo e richiede un po' più di pianificazione se vuoi farlo correttamente. La configurazione fisica è un gioco da ragazzi e molti host web includono strumenti che possono automatizzare gran parte del lavoro per te, come ha illustrato la nostra guida.

Tuttavia, riteniamo che sia anche importante che tu sappia che anche se utilizziamo temi premade, abbiamo l'installazione automatizzata e utilizziamo strumenti per gestire gli elementi del sito web, hai comunque il pieno controllo sull'aspetto, sulla sensazione e sul funzionamento del tuo blog.

Tutto ciò che viene modificato da temi o plugin può essere personalizzato. Ogni impostazione modificata da un plug-in può essere modificata o controllata. Una volta che sai com'è!

Aprire un blog è la parte facile. Mantenerlo in esecuzione con post interessanti, promuoverlo utilizzando i social media, proteggere il tuo blog e mantenerlo richiede un po 'più di lavoro. Tuttavia, questa guida dovrebbe darti tutto ciò di cui hai bisogno per creare, gestire e mantenere il tuo nuovo blog.

Allora cosa ne pensate delle nostre scelte e del tutorial completo su come avviare un blog utilizzando WordPress? Hai qualche consiglio che potremmo includere in un futuro aggiornamento? Trovi utile questo articolo su come creare un blog o c'è qualcos'altro che possiamo aggiungere a questo contenuto? Dicci di seguito nella sezione commenti.

 

L'autore
David Attard
Autore: David AttardSito web: https://www.linkedin.com/in/dattard/
David ha lavorato nel o intorno al settore online / digitale negli ultimi 18 anni. Ha una vasta esperienza nei settori del software e del web design utilizzando WordPress, Joomla e le nicchie che li circondano. In qualità di consulente digitale, il suo obiettivo è aiutare le aziende a ottenere un vantaggio competitivo utilizzando una combinazione del loro sito Web e delle piattaforme digitali disponibili oggi.

Un'altra cosa... Sapevi che anche le persone che condividono cose utili come questo post sembrano FANTASTICHE? ;-)
Fatti un favore: lasciare un utile commenta con i tuoi pensieri, quindi condividi questo articolo sui tuoi gruppi di Facebook che lo troverebbero utile e raccogliamo insieme i frutti. Grazie per la condivisione e per essere gentile!

Disclosure: Questa pagina può contenere collegamenti a siti esterni per prodotti che amiamo e consigliamo vivamente. Se acquisti prodotti che ti suggeriamo, potremmo guadagnare una commissione per segnalazione. Tali commissioni non influenzano le nostre raccomandazioni e non accettiamo pagamenti per recensioni positive.

Autore / i in primo piano su:  Inc Magazine Logo   Logo di Sitepoint   Logo CSS Tricks    logo webdesignerdepot   Logo WPMU DEV   e molti altri ...